post

Castel San Giorgio – Città di Nocera: erano proprio necessarie le porte chiuse?


Oggi pomeriggio si è giocata la gara tra Castel San Giorgio e Città di Nocera, gara considerata a rischio e per questo si è deciso di disputarla a porte chiuse per evitare problemi di ordine pubblico. In campo le squadre si sono affrontate in un clima sereno e alcuni tifosi molossi hanno deciso di incontrarsi fuori allo stadio Sessa in modo pacifico per snobbare le porte chiuse e far capire a chi di competenza che ancora una volta la domanda che ci si pone è la stessa: era proprio necessario giocare a porte chiuse?
A perdere è ancora una volta lo sport. A vincere sono sempre i tifosi che hanno dato dimostrazione di correttezza e sportività. Meditate!

Al termine dell’incontro abbiamo intervistato uno degli organizzatori dell’iniziativa, Francesco Cuomo; queste le sue parole: ”Vietare una partita del genere tra due tifoserie amiche è ridicolo. La mia iniziativa serve a far capire a tutti che il calcio è uno spettacolo fatto per la gente e le famiglie. Siamo stati accolti benissimo dai ragazzi di Castel San Giorgio, che ci hanno organizzato un banchetto in piazza alla grande. La tifoseria di Nocera è stata fin troppo maltrattata per colpe non sue. I fatti del novembre del 2013 hanno condannato una tifoseria onesta e passionale. Oggi si aspetta il ritorno di quei tifosi che danno l’anima e anche se delusi ritornano a riempire le gradinate del San Francesco. Ringrazio Telenuova e Nocerina Live, che a differenza di altre testate giornalistiche hanno creduto in questa iniziativa e ci hanno sostenuti anche moralmente. Questa iniziativa era stata proposta da me in Associazione Nocerini ma hanno avuto paura di esporsi ritenendo me e chi avrebbe potuto partecipare così come la questura ci ha etichettati; questo non mi ha demoralizzato ma da semplice tifoso ho portato avanti il mio progetto. Vi dico solo che non mi fermo qui ma che oggi ho capito molto e che con l’aiuto di tutti il calcio quello vero e puro è ancora vivo. In ultimo l’ospitalità dei Sangiorgesi è stata immensa. Ringrazio Giovanni Pepe e auguro al Castel San Giorgio di poter fare un ottimo campionato. Forza Molossi!”