post

L’EDITORIALE: la sconfitta di domenica non ferma i sogni del Città di Nocera

Domenica non è stata un’anonima partita di campionato. Si sono affrontate le prime del girone B di Eccellenza. In Coppa si erano già incontrate con una vittoria per parte. FC Sorrento e Città di Nocera, due squadre con gli stessi colori, due società che hanno poco a che fare con questa categoria. Molti i giocatori di entrambe le compagini che hanno calcato i terreni di gioco di serie C e D. Ricordiamo De Liguori, Cuomo, Scarpa, Vitale. La gara ha visto la sconfitta del Città di Nocera, vincente però almeno per il tifo. Circa 600 gli spettatori giunti dalle due Nocera, un gran tifo per la categoria, nonostante l’assenza dei gruppi organizzati. E’ tornato il desiderio di partecipazione del popolo molosso alle gesta dei suoi beniamini, anche in trasferta, Prefetto permettendo. Hanno organizzato una coreografia iniziale con palloncini rossi e neri, simbolo di festa e di voglia di dimostrare che i tifosi non sono delinquenti, ma persone che hanno solo voglia di tifare per la propria squadra, per i propri colori. Sul campo i molossi sono stati sconfitti, ma non hanno demeritato, anzi, rispetto alle ultime uscite hanno dimostrato una buona organizzazione di gioco ed una prestazione allo stesso livello dei sorrentini. I padroni di casa sono stati cinici approfittando di una delle pochissime occasioni arrivate sui piedi di Scarpa e Co. Nulla è perduto, solo una battaglia persa. Questa non era l’ultima chance per essere primi. Sono appena 10 le giornate disputate, c’è tutto una campionato ancora da giocare e può succedere di tutto. Non bisogna dimenticare che la promozione può passare anche attraverso la Coppa Italia. A tal proposito, domani, il Città di Nocera affronterà il Massa Lubrense nella gara di ritorno, con il vantaggio di 1 gol realizzato al San Francesco. Insomma niente è stato deciso, il campionato non è finito, la Coppa nemmeno. Due sono le chance per il salto di categoria. Il sogno continua…