post

L’EDITORIALE: Maiuri è il vero acquisto dei molossi? Con lui la squadra vince e convince

Ieri, grande vittoria per il Città di Nocera che ha conquistato tre punti importantissimi per rimanere agganciati al Sant’Agnello che aveva dalla sua un incontro più facile con il S.Tommaso. E’ stato sconfitto il Montesarchio, una delle squadre più forti del campionato sul rettangolo di gioco, non così i suoi tifosi che non si sono dimostrati per niente ospitali aggredendo verbalmente e minacciando gli addetti alla carta stampata al seguito della squadra molossa. Una vittoria avvenuta dopo una gara dai due volti: ad un primo tempo in cui  si sono visti i molossi con poca personalità, molti errori anche nei passaggi semplici,  poca grinta, si è contrapposto un secondo tempo bellissimo, tra i più belli visti dall’inizio della stagione. Grande personalità, cattiveria agonistica, forza del gruppo e, soprattutto, una grande voglia di portare a casa i tre punti. Peccato per l’assenza dei tifosi nocerini,  ennesime vittime sacrificali, danneggiati dalle paure di incidenti da parte delle Autorità.  C’è da dire, inoltre,  che i ragazzi hanno giocato il match su un campo da gioco diverso dal solito. Per la prima volta, infatti, hanno affrontato il loro avversario su un campo in terra battuta, dove la palla è più difficile da gestire. Cosa o chi è stato a cambiare gli umori e il gioco del Città di Nocera? Probabilmente l’artefice è stato Maiuri, milanese anagraficamente, ma dal cuore meridionale, con una grande passione per il suo lavoro. Da quando è arrivato a Nocera, i molossi sembrano essere più grintosi, mostrano più personalità e più “cazzimma” agonistica. La gara di ieri, in quel di Montesarchio, è un pò lo specchio di quest’ultima parte del campionato dei giocatori rossoneri.Nella prima parte del torneo, soprattutto nelle ultime gare guidate dal mister Esposito, i gol venivano negli ultimi minuti e c’era poca intesa tra i reparti. Con l’arrivo del mister Maiuri la squadra sembra cambiata in meglio. Non utilizziamo parole eccessive e non accendiamo facili entusiasmi del tipo: squadra da primo posto; non ce n’è per nessuno o siamo i più forti. Una cosa appare certa, il tecnico sembra essere l’ingrediente in più per uscire dal tunnel in cui la squadra si era infilata. Non resta che continuare in questo modo. Maiuri = Molosso. Avanti tutta mister! Avanti tutta molossi! “Siamo fuori dal tunnel” come cantava Caparezza qualche tempo fa. Adesso sotto con i terzi in classifica: il S. Vito Positano del presidente Alessandro Cecchi Paone.