post

NOCERINA | Le precisazioni della società dopo Apricena

Con un comunicato apparso sul proprio sito web, la Nocerina ha voluto far chiarezza sui dissidi creatisi tra i tifosi molossi ad Apricena riguardo la questione del settore ospiti.

Di seguito il comunicato:

La scrivente società, a seguito degli episodi di ieri pomeriggio ad Apricena, condanna le reiterate aggressioni verbali nei confronti dell’amministratore Francesco D’Angelo e di alcuni soci, aggressioni verificatesi, in tempi diversi, all’ interno e all’ esterno dell’impianto sportivo. La società in carica si è sempre caratterizzata per comportamenti e rapporti trasparenti verso tutti (tifosi, tesserati, avversari, altre società, istituzioni calcistiche e istituzioni extra-calcistiche), caratterizzazione scelta fin dal primo momento in cui s’è messa all’ opera per ricreare, nelle due Nocera, le giuste condizioni per tornare a far calcio a livello nazionale e per ridare un’immagine diversa ad un territorio mortificato da precedenti avvenimenti. Per amore della verità, inoltre, precisa che non ha avuto alcuna responsabilità nell’ organizzazione di MadrePietra-Nocerina di domenica 4 settembre, che non è mai stata messa al corrente della reale situazione logicistica del settore destinato ai tifosi ospiti e che non ha avuto voce in capitolo in merito a quantità e costi fissati per i biglietti. Da fonti mediatiche internet, dopo riscontri fatti nelle scorse ore, si deduce che ad Apricena non c’era ancora l’omologazione per il costruendo nuovo settore ospiti e che la società pugliese, per l’occasione, ha adottato una soluzione di emergenza, peraltro evitando di menzionarla persino sulle locandine pubblicizzanti la gara (espressamente citato “posto unico a 8 euro”, senza alcun riferimento ad un settore ospiti). Solamente a prevendita già esaurita per i tifosi della Nocerina, sui  social, tramite pagina Facebook che fa riferimento alla società pugliese, è comparsa una dichiarazione di Corrado Del Giudice, direttore sportivo del MadrePietra: “dispiaciuti per non essere riusciti per tempo a montare la tribunetta ma credo che per la possibilità che la ns amministrazione ha dato per rendere almeno accessibile (anche se in piedi) il settore ospiti  sarà apprezzata da questi fantastici tifosi che affolleranno il ns stadio”.  Pur non avendo alcun tipo di responsabilità, appena arrivati sul posto, i soci della Nocerina hanno cercato di adoperarsi con il sindaco e con la società ospitante per ovviare ad un disagio che purtroppo, a ridosso della gara, non è stato possibile superare, nonostante gli sforzi fatti. Nel chiedere comunque scusa ai tifosi per disagi procurati da altri, l’Asd Nocerina 1910 ribadisce la totale mancanza di responsabilità sull’organizzazione e rimarca la condanna per l’aggressione verbale perpretata nei confronti di amministratore e soci, con gravi offese personali, da parte di un numero limitatissimo di presenti. Infine, la società, alle prese in queste ore con una necessaria riflessione su presente e futuro, rimanda ad altra data la prevista presentazione alla città della squadra 2016-2017 e nello stesso tempo, ove ve ne fosse bisogno, sottolinea che tale annullamento non è collegabile in alcun modo al risultato negativo di domenica.

Il Consiglio Direttivo dell’Asd Nocerina 1910