post

COPPA| Cavese di misura contro il Gladiator; Frattese qualificata ai rigori


Grazie al gol di Fabio Alleruzzo – con conclusione deviata da un difensore avversario, la Cavese batte di misura il Gladiator e accede ai sedicesimi di finale in Coppa Italia di Serie D, dove affronterà la Frattese che ha avuto la meglio sulla Gelbison solo ai rigori (5 a 2 il conto finale). In attesa della decisione del Giudice Sportivo per decidere l’avversario dei molossi (Nardò o Bisceglie) si completa così il quadro dei sedicesimi di finale

GLADIATOR – CAVESE 0-1
GLADIATOR: Patella, Odierna, Donnarumma G. (1’ st Olimpo), Gatta, Maraucci, Lagnena, Anzalone (1’ st Cefariello), Fontanarosa, De Carolis, D’Anna F., Criniti (26’ st Tedesco). A disposizione: Zeoli, Di Fiore, Capitelli, Falivene, Marzullo, De Falco. Allenatore: Squillante.
CAVESE: Conti, Castaldo (37’ st Migliaccio), Loreto, Ciarcià, Galullo, Di Deo, D’Anna S. (12’ st Bellante), Alleruzzo, Giglio, Rossi, Golia (31’ st D’Ancora). A disposizione: D’Amico, Padovano, Parenti, Armenise, Donnarumma A., Giannattasio. Allenatore: Longo.
ARBITRO: Ruggiero (Roma 1). Assistenti: Cerilli e Pressato (Latina).
RETI: 27’ pt Alleruzzo.
NOTE: Ammoniti: Lagnena (G), Odierna (G), Alleruzzo (C), Galullo (C), Gatta (G). Calci d’angolo: 6-5 per il Gladiator. Recupero: 1’ pt; 4+1’ st.

FRATTESE – GELBISON 1-1 (5-2d.c.r.)
Frattese:
Mascolo, Da Dalt, Acampora, Costanzo, Della Monica, Varchetta, Mandica (31’ Liccardo), Vacca, Angelillo (39’ st Palumbo), Ragosta (19’ st Longo), Farriciello. A disp.: Rinaldi, Tommasini, Calamaio, Laringe, Palmieri, Ammaturo. All.: Liquidato.
Gelbison: Faggiano, Ferraioli, Mejri, Manzillo (7’ st Pecora), D’Orsi, Giordano, De Feo (19’ st Di Fraia), Cammarota (25’ Passaro), Maggio, Falco, Cappiello. A disp.: D’Agostino, De Marco, Menna, Gisonni, Penta, Perillo. All.: Pepe.
Arbitro: Politi di Lecce.
Marcatori: 2’ pt Vacca, 9’ st Cappiello.
Sequenza Rigori: Costanzo (gol), Cappiello (palo), Longo (gol), Passaro (parato), Liccardo (gol), Maggio (gol), Farriciello (gol).
Note: Ammoniti Maggio, Della Monica, Falco, Varchetta, Longo, Da Dalt. Spettatori 300 circa.