WebRadio by NocerinaLive.it

Una prestazione da incorniciare quella che la Nocerina ha fornito ieri allo Stadio Giovanni Paolo II di Nardò, dove ha letterlamente abbattuto i padroni di casa per 3 reti a 1.

Una squadra mai disorganizzata che ha concesso solo quattro occasioni agli avversari nell’arco dei novanta minuti. Una partita che da la consapevolezza alla Nocerina che le cose si stanno mettendo nella giusta direzione.

Rivoluzione in casa molossa con Maiuri che decide di giocare la carta Amato tra i pali, far ritornare capitan Cuomo al suo posto e decidere di schierare Di Pietro al posto di Barone, mai scelte furono più azzeccate.

Molossi che ancora una volta usano la “rossonera“.

Come al solito la Nocerina parte forte e segna alla prima occasione utile, passano appena una trentina di secondi e Fella ruba un pallone a centrocampo, allarga per Alvino che la serve a Girardi il quale, puntata la porta, la scaglia sul primo palo difeso dall’ex Lecce Petrachi, il pallone entra in rete ma bisogna aspettare il giubilo dei calciatori per esultare, 0-1 dopo nemmeno un minuto.

La Nocerina ci crede e dopo un altro minuto cala il double, punizione a centrocampo dalla destra Girardi batte subito e cambia gioco per Alvino sulla fascia opposta il quale fa girare la testa ai due difensori salentini e la mette al centro per Fella che deve solo insaccare, 0-2 e Nardò che sembra quasi confuso, ecco, “quasi”, perchè i ragazzi di Foglia Manzillo non si disuniscono e provano ad attaccare prima con capitan Carrozza che dalla sinistra si accentra e calcia all’incrocio, ma Amato dice di no e si prende gli applausi del pubblico, e poi al 23′ con Kyeremateng che ne approfitta dello spazio lasciato libero dallo scivolone di Di Pietro e trafigge Amato per l’1-2.

Da qui in poi il primo tempo sarà un’altalena di emozioni, con le due squadre che si  fronteggiano a viso aperto su un campo ai limiti della decenza.

Il secondo tempo inizia praticamente come il primo era…cominciato: minuto 5, calcio d’angolo dalla destra per i molossi battuto da Alvino, Petrachi esce male e Di Pietro deve solo spingerla dentro, 1-3 e gara virtualmente chiusa.

Il Nardò non riesce a salire la china, salvo qualche  scorribanda offensiva, sventata però da Amato, visibilmente “emozionato”.

L’occasione per riaccorciare ancora una volta le distanze il Nardò ce l’ha al 72′ con il solito Kyeremateng il quale stacca egregiamente di testa, ma Amato è in giornata di grazia e la devia sulla traversa.

Di qui in poi sia i molossi che i neretini si vedranno sventolare una carrellata di gialli, complice anche la poca capacità di tenere in mano la gara da parte dell’arbitro, il quale aveva diretto bene fino a quel momento.

Dopo 48 di ripresa minuti soffertissimi, termina la gara per i molossi che guadagnano tre ottimi punti in terra salentina, confermando l’effetto “rossonero” che porta molta fortuna e soprattutto salendo a quota 13 in classifica agganciando il Potenza in quarta piazza che ieri non è andato oltre il pareggio.

L’appuntamento ora è per domenica, dove imolossi ospiteranno il Francavilla che dopo un buon inizio sta stentando a fare punti.

Mister Maiuri sta già studiando la gara per portare a casa un’altra vittoria e poi, chissà se Potenza, Herculaneum e Trastevere non commettano passi falsi domenica, sognare è lecito.

139870cookie-checkL’EDITORIALE | Nocerina: l’effetto “rossonero” da i suoi frutti. Ora inizia la risalita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campionato 2019/2020 - Stagione 2019

Classifica

Pos Squadra G. W L Pti
1 Logo Bitonto 19 12 2 41
2 Logo Foggia 19 11 2 39
3 Logo Sorrento 19 10 2 37
4 Logo Audace Cerignola 19 11 5 36
5 Logo Taranto 19 10 8 31
6 Logo Fasano 19 9 6 31
7 Logo Casarano 19 8 5 30
8 Logo Brindisi 19 7 7 26
9 Logo Gravina 19 6 7 24
10 Logo Team Altamura 19 6 9 22
11 Logo Nardò 19 6 9 22
12 Logo Nocerina 19 5 8 21
13 Logo Gladiator 19 5 8 21
14 Logo Grumentum 19 6 10 21
15 Logo Gelbison 19 4 7 20
16 Logo Fidelis Andria 19 5 10 19
17 Logo Francavilla 19 4 11 16
18 Logo Agropoli 19 3 12 13
Seguici su Twitter