post

INFANTINO: “Avevamo la partita in pugno; siamo una squadra con giocatori importanti”

Forse quell’ errore sul primo goal che abbiamo subito è stato fatale?
“Si, sicuramente, avevamo la partita in pugno; il nostro portiere non aveva fatto nemmeno una parata. Quell’episodio ha condizionato il proseguo del secondo tempo; siamo entrati in paura, siamo entrati in ansia e questo non deve succedere per una squadra che ha obbiettivi e giocatori importanti. Per 60, 70 minuti c’è stato un grande Acireale.”

Cosa ha detto la squadra a fine primo tempo? Perché si aspettava una reazione da parte della Nocerina
“L’Acireale è sceso in campo come nel primo tempo, molto compatto, con fraseggi, verticalizzazioni veloci. Ci sono stati degli episodi che analizzeremo anche sotto l’aspetto della gestione della palla, abbiamo fatto degli errori che ci potevano costare anche la partita e questo noi non lo dobbiamo fare perché siamo una squadra con giocatori importanti, con una caratteristica ben precisa.”

Forse quello che manca in questo momento all’Acireale è l’attenzione in determinati momenti della partita, si è visto a San Cataldo, si è visto anche quest’oggi
“I goal nascono così, se non ci sono errori non ci sono goal; mi dispiace per il primo perché ha rimesso in gioco una Nocerina che si era arresa. Quell’episodio è stato determinante e siamo arrabbiatissimi perché oggi meritavamo i tre punti, una classifica migliore e, invece, ci dobbiamo leccare le ferite.”

Un pareggio che sa di sconfitta?
“Il pareggio è pareggio, non è la sconfitta perche la sconfitta è zero punti. Forse all’inizio qualcuno avrebbe messo la firma per un pareggio contro la Nocerina e, invece, noi siamo rammaricati perche abbiamo fatto una grande partita.”