post

Nocerina, le prime parole dei neo proprietari. Del Giudice: “L’obiettivo è fare bene”. Leone: “Vogliamo fare un grande progetto societario”

C’è stata ieri sera la conferenza stampa di presentazione della nuova società dove erano presenti l’addetto stampa Alfonso Lenza, il direttore Corrado Del Giudice e l’altro imprenditore, che dovrebbe assumere la carica di presidente anche se inibito, Danilo Leone. Di seguito riportiamo la sintesi scritta delle loro prime dichiarazioni.

CORRADO DEL GIUDICE
“Ringrazio per la vostra presenza. La vecchia società ci ha ribadito che manterrà le promesse economiche con qualche giorno di ritardo. Per noi è importante perché non siamo abituati a fare le cose senza programmazione. E’ fondamentale l’organizzazione. La Nocerina non può puntare ad un campionato di centro classifica ma a vincere perché non meriterebbe di stare in questa categoria. Ci accolleremo qualsiasi tipo di multa (circa 400.00 euro i debiti della società n.d.r). Chi viene a Nocera sa che deve fare sacrifici e deve comunque fare un campionato da vertice. Prenderemo giocatori che reputiamo giusti per il campionato. Voglio anche dire grazie agli ex soci perché se ci troviamo in un campionato di Serie D e possiamo giocarci qualche cosa per il futuro lo dobbiamo anche a loro. Il direttore generale, che verrà ufficializzato nella prossima conferenza, sarà Enzo Calce, imprenditore molto conosciuto e stimato. Per me una garanzia del territorio”.

Su Cavallaro e le conferme
“Mi sono dispiaciuto che ci sono stati dei commenti contro Cavallaro. Ha rifiutato diverse proposte alla Serie C perché vuole arrivarci con noi. Ci stiamo accordando con i giocatori dello scorso anno che reputiamo ci possano aiutare per rendere competitiva la squadra perché crediamo che con un buon allenatore e con dei nomi importanti come Alvino,Manzo, Mautone, Cavallaro e Giacinti ed altri che stiamo trattando si possa fare bene. Chiedo però che ci diate del tempo materiale per poter prendere in mano la situazione in quanto ad oggi ci sono delle problematiche burocratiche che dobbiamo risolvere in questi giorni. Abbiamo già gli accordi chiusi con i calciatori che avanzano i soldi della scorsa stagione”.

Sulla piazza
“Le potenzialità di questo territorio sono importanti. Sono stato contattato da diversi imprenditori dell’Agro che vorrebbero entrare ed aiutare, però serve entusiasmo perché se siamo uniti questo aiuterà certamente a favorire ingressi di altre persone. Il presidente Padovano mi ha rassicurato che le cose verranno fatte e per me la parola d’onore vale più di tutti.  In generale, parlando anche con Leone, abbiamo deciso di non attendere questi soldi che devono dardci ma di incominciare ad andare avanti per conto nostro”.

DANILO LEONE
Chiedo scusa per il ritardo. Se stiamo qui a Nocera non è per fare comparsa o fare casini. Siamo qua per il bene della Nocerina e della piazza. Le società passano ma restano i tifosi. Abbiamo fatto questa conferenza per farci conoscere. Dobbiamo fare un campionato da vertice e un progetto duraturo. Quest’anno abbiamo due campionati da affrontare: il primo è risanare le vecchie vertenze e il secondo di arrivare tra le prime tre in classifica. Non posso dire che vinceremo il campionato ma ci proveremo. Confermeremo i giocatori che hanno lottato qui e hanno fatto bene anche senza soldi. Una garanzia che possiamo dare è la tranquillità ai giocatori che verranno ed andranno via. La prima cosa da fare è pagare la Vertenza ad Aliperta e lo faremo. 

Sull’inibizione 
“Le cariche non mi interessano (con la squalifica non potrà fare il presidente come detto precedentemente da Del Giudice n.d.r), voglio fare bene e vincere. Vogliamo fare bene”.

Dopo queste parole c’è stato un confronto tra i neo dirigenti e la delegazione della Curva Sud che ha ribadito di volere rispetto, chiarezza e un progetto ai nuovi proprietari

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *