post

NOCERINA | Alla scoperta di Moussa Coulibaly

Fisicità, velocità e duttilità. È con questo biglietto da visita che il centrocampista Moussa Coulibaly si presenta ai molossi, ma andiamo a scoprirlo meglio.

Originario del Senegal, Moussa nasce l’8 Agosto del 1998, giocatore rapido e fisico, predilige le fasce, ma all’occorenza può giocare anche al centro alle spalle degli attaccanti. Muove i primi passi nelle giovanili della Pro Patria, coi biancazzurri rimane fino al 2016, prima di passare alla Virtus Bolzano, in Serie D. Coi sudtirolesi vede il campo solo 16 volte, perlopiù da subentrato, e riesce solo a collezionare 2 cartellini gialli, chiamato in causa, viene spesso sfruttato per la sua duttilità sulle fasce, venendo spesso messo sia a destra che a sinistra, salvo qualche apparizione come second punta. A fine stagione, però, i bianco-rosso-verdi retrocedono, precedendo in graduatoria i lodigiani del Fanfulla.

Nella stagione successiva, Moussa passa alla neopromossa Ebolitana, sempre in D nel girone I, fortemente voluto da Ramon Taglianetti, il giovane esterno trova molto più spazio con la maglia degli squali, scendendo in campo 23 volte nella regular season ed una nei play-out. Coi biancazzurri viene spesso impiegato come centrocampista centrale e come trequartista alle spalle di Scalzone. Nella regular season rimedierà anche quattro giornate di squalifica per delle scaramuccie nel post-gara contro il Gela. In totale nella stagione 2017-2018, Moussa rimedia solamente 3 cartellini gialli, giocando però per ben 691′. Con l’Ebolitana, però, incappa in un’altra retrocessione, questa volta ai play-out contro la Palmese.

Arriva dunque a Nocera con uno spirito combattivo e tanta voglia di di fare, Benvenuto Moussa e sopratutto onora la maglia!