WebRadio by NocerinaLive.it

Arrivata al giro di boa a quota 24 punti, la Nocerina riprende la marcia verso la salvezza con un pirotecnico 2-2 contro il Locri, altra squadra con obiettivi simili a quelli rossoneri, e consciamente sa che quello di ritorno sarà tutt’altro campionato rispetto a quanto affrontato fino alla sfida col Marsala. Le motivazioni? Ebbene, tante squadre, dalla cintola in giù della classifica, hanno apportato (o sono in procinto di farlo) correttivi per concorrere agli obiettivi minimi prefissati, mentre i rossoneri, senza proclami controproducenti, lavorano sotto traccia in sede di calciomercato. Ad oggi l’unica indiscrezione, come già anticipato dalla nostra redazione, porta al nome dell’esperto attaccante De Luca, profondo conoscitore della categoria (dovuta anche dalle trentasette primavere) e in secondo piano all’ex molosso Davide Evacuo che di anni ne ha meno ma che può garantire quel supporto offensivo sinora trascinato dal solo Simonetti.
La salvezza passa soprattutto dai gol, e se fortuna vuole che la retroguardia rossonera rende complicata la vita ad un bomber come Longo (tanta è stata la fatica per il bomber della Turris qualche settimana fa al San Francesco contro il muro rossonero), i gol bisogna pur farli ed il solo Simonetti rischia di non bastare per raggiungere il traguardo minimo tranquillamente. Sia chiaro, non è intenzione alcuna mettere pressioni ad una società che con immani sforzi tiene a galla la complicata e tormentata vita del sodalizio molosso, ma rischiare di compromettere tutto non rende giustizia a quanto di buono fatto fino ad ora dai ragazzi di mister Viscido.
Al San Francesco arriverà l’ostica Acireale, la quale, un girone fa, ha battuto i rossoneri per due reti a uno, e l’obiettivo non può che essere la vittoria. Molte squadre costruiscono le proprie fortune tra le mura amiche e la Nocerina deve riprendere la marcia trionfale che finora l’ha contraddistinta, facendo preoccupare anche la corazzata Bari fino alla sfida e disfatta molossa del San Nicola, dove poi i biancorossi hanno preso il largo da tutte le inseguitrici Turris compresa.
Vincere, dicevamo, per tentare di allungare una classifica cortissima, siamo a pari punti in zona Play-off con Cittanovese , Gela e Palmese, ma a soli tre punti di vantaggio dai Play-out, ed ironia della sorte, la sfida contro l’Acireale è il primo vero spareggio salvezza della stagione, essendo i siciliani a quota 22 e pronti a battagliare per tentare il colpaccio al San Francesco.
Bisogna caricare positivamente l’ambiente e la squadra, perché un eventuale pareggio non servirebbe concretamente a nessuno, specie per due squadre che hanno obiettivi inevitabilmente uguali.

458780cookie-checkNOCERINA vs ACIREALE: QUANDO I TRE PUNTI DIVENTANO FONDAMENTALI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campionato 2018/2019 - Stagione 2018

Classifica

Pos Squadra G. W L Pti
1 Logo Bari 32 23 3 75
2 Logo Turris 32 20 6 64
3 Logo Marsala 32 13 8 50
4 Logo Castrovillari 32 12 8 48
5 Logo Portici 32 12 9 47
6 Logo Cittanovese 32 13 12 46
7 Logo Acireale 32 12 12 44
8 Logo Troina 32 10 8 44
9 Logo Nocerina 32 10 8 44
10 Logo Palmese 32 10 8 44
11 Logo Città di Gela 32 12 13 43
12 Logo Messina 32 10 12 40
13 Logo Sancataldese 32 9 14 36
14 Logo Città di Messina 32 9 16 34
15 Logo Locri 32 9 17 33
16 Logo Roccella 32 6 12 32
17 Logo Rotonda 32 8 17 31
18 Logo Igea Virtus 32 4 19 21
Seguimi su Twitter
Seguici su Instagram…