WebRadio by NocerinaLive.it

“Sarà una stagione complicata”, diceva il più ottimista. “Anche passando per i play out ma dobbiamo salvarci” diceva l’artefice di questo miracolo (compiuto) sportivo. Eppure, cari tifosi molossi, quanti di voi immaginavano che oggi la Nocerina, non solo è ad un ottimistico -12 dalla salvezza matematica, potesse sfiorare anche l’idea degli spareggi promozione?
Certo, magari non conteranno nulla, magari anche concludendo il campionato a metà classifica, il prossimo anno, con questi chiari di luna che aleggiano in serie C, una eventuale domanda di ripescaggio (sempre se le possibilità economiche lo consentono) potrebbe essere ben accolta dalla Lega, la quale ad oggi ha dovuto infliggere ben 67 (SESSANTASETTE!) punti di penalizzazione a varie compagini di C per inadempienze perlopiù economiche.
Ma ora il pensiero non può e non deve essere rivolto al futuro che verrà, anzi, mai come adesso bisogna pensare esclusivamente al presente e godersi domenica dopo domenica quello che questa squadra sta compiendo, perché là dove non arriva la tecnica o l’esperienza, ci arrivano le gambe ed il cuore, caratteristiche quasi sopite nel mondo del calcio ma che incarnano lo stile Nocerina, e mai scelta migliore fu fatta ad agosto tesserando questi ragazzi.
Un applauso, forte e deciso, perché Bari a parte, questa squadra non ha mai mollato di un centimetro, magari talvolta perdendo, ma sicuramente non meritandolo, così come magari meritava di soccombere ma invece riusciva a portare i tre punti a casa.
Il merito di questi ragazzi è quello di metterci tanta grinta, voglia di spaccare il mondo, non uscire mai dalla partita, (le gare contro Città di Messina e Castrovillari insegnano) e regalare una gioia al bistrattato cuore rossonero che negli ultimissimi anni ha sofferto parecchio, sia per vicende calcistiche che extra.
Una squadra di gregari, una squadra operaia, il collettivo che annichilisce anche quell’avversario che sulla carta è apparentemente più forte … apparentemente!
E allora sotto con la Palmese, che di punti ne ha uno in meno ma che vuole sfruttare il “fattore casa” per provare a scavalcare proprio i rossoneri che dal canto loro hanno il desiderio di chiudere quanto prima il discorso salvezza e magari iniziare a cullare anche un sogno chiamato play-off perché la Nocerina è fatta di gregari, di gente con gli attributi e non teme niente e nessuno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campionato 2018/2019 - Stagione 2018

Classifica

Pos Squadra G. W L Pti
1 Logo Bari 24 18 2 58
2 Logo Turris 24 15 5 47
3 Logo Acireale 24 11 7 39
4 Logo Cittanovese 24 11 9 37
5 Logo Marsala 24 9 5 37
6 Logo Portici 24 9 6 36
7 Logo Città di Gela 24 10 8 36
8 Logo Castrovillari 24 8 6 34
9 Logo Nocerina 24 7 6 32
10 Logo Palmese 24 7 6 32
11 Logo Troina 24 7 6 32
12 Logo Città di Messina 24 7 11 27
13 Logo Locri 24 7 12 26
14 Logo Roccella 24 5 9 25
15 Logo Messina 24 6 11 25
16 Logo Sancataldese 24 6 12 24
17 Logo Rotonda 24 4 15 17
18 Logo Igea Virtus 24 3 14 16
Seguimi su Twitter
Seguici su Instagram…