WebRadio by NocerinaLive.it

La sua stagione l’ha chiusa in crescendo con reti e assist preziosi per la salvezza della Nocerina. E’ stato molto penalizzato dalla regola degli under che, soprattutto nella prima parte, lo ha obbligato spesso e volentieri alla panchina. Nonostante questo Fabio Orlando non ha mai alzato un polverone continuando a lavorare. L’attaccante salernitano adesso spera in una riconferma in una piazza che reputa importante e che gli ha dato molto

Tanta panchina nella prima parte, poi un grande seconda parte
“Ho detto ai miei compagni che sono stato l’acquisto di dicembre perché a inizio stagione ho giocato solo le prime tre partite, segnando contro l’Acireale. Poi sono stato messo un po’ da parte, anche immeritatamente perché avevo disputato delle buone gare. Sapevo però che potevo dare tanto. Poi, quando ne ho avuto la possibilità, sono riuscito a regalare assist e gol. Credo che contro il Rotonda ho dato un forte apporto alla salvezza: con due assist e conquistando un rigore”.

Il vostro è stato un campionato importante e c’è anche il rammarico playoff
“Si c’è rammarico. L’obiettivo era salvarci, però poi vedendo che le squadre d’avanti non davano quella sterzata, ci abbiamo creduto. Di certo i pareggi contro l’Igea Virtus, Palmese e Locri sono stati si punti utili per la salvezza, però se avessimo fatto risultato pieno ci saremmo trovati nei playoff”.

Ti sei pentito o sei soddisfatto di questa esperienza nocerina?
“ Ero abituato a giocare a nord, dove diciamo la questione stipendi è molto più semplice, ti trattano come un operaio, cosa che dovremmo fare anche noi al sud. A livello di tifoseria è stato molto formativo e importante perché mi ha fatto conoscere un lato nuovo. Esperienza importante”.

Con i tifosi che rapporto c’è stato?
“Sono rimasto meravigliato dall’approccio che hanno avuto nei nostri confronti. Avere una tifoseria di ben altri palcoscenici che ti comprende è stato importante. Ci hanno sempre supportati e li ringrazio. Gli auguro di tornare nelle categorie superiori”.

Invece con Maiorino?
“E’ un presidente che difficilmente trovi altrove. Persona abituata al lavoro, perché è impegnato su più fronti. Se avevi problemi cercava di risolvertelo personalmente. Il campionato di D è molto dispendioso economicamente: farsi fronte delle vertenze, degli stipendi e di altre situazioni, da solo, non è facile. Un plauso va alla sua figura e chi lo supporta. Gestire questa situazione, come quella della Nocerina, e avere all’orizzonte uno spunto positivo, penso che un grazie glielo si debba dire”.

Ti piacerebbe continuare?
“Certo. Poi i matrimoni si fanno in due e in questo momento l’unico riferimento è Maiorino. In base alle sue scelte vedremo il percorso che dovremmo fare. La mia disponibilità è totale”.

Si può ripartire da una base di squadra per la prossima stagione, qualunque sia l’obiettivo?
“Penso di si. Ognuno sa chi può o chi non può rimanere. Però naturalmente toccherà poi al dirigente che sarà scelto decidere. L’importante è che si creino basi solide”.

LA CITTA

540890cookie-checkORLANDO”Mi piacerebbe restare. Maiorino persona unica”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campionato 2019/2020 - Stagione 2019

Classifica

Pos Squadra G. W L Pti
1 Logo Brindisi 2 2 0 6
2 Logo Fasano 2 2 0 6
3 Logo Bitonto 2 2 0 6
4 Logo Gelbison 2 1 0 4
5 Logo Nocerina 2 1 1 3
6 Logo Gladiator 2 1 1 3
7 Logo Agropoli 2 1 1 3
8 Logo Gravina 2 1 1 3
9 Logo Foggia 2 1 1 3
10 Logo Taranto 2 1 1 3
11 Logo Grumentum 2 1 1 3
12 Logo Francavilla 2 0 1 1
13 Logo Sorrento 2 0 1 1
14 Logo Team Altamura 2 0 1 1
15 Logo Casarano 1 0 1 0
16 Logo Fidelis Andria 1 0 1 0
17 Logo Audace Cerignola 0 0 0 0
18 Logo Nardò 2 0 2 0
Seguimi su Twitter
Seguici su Instagram…