WebRadio by NocerinaLive.it

Nello Di Costanzo è il nuovo tecnico della Nocerina. Chi è però il tecnico romano? Nel dettaglio i suoi trascorsi da calciatore prima da tecnico poi e soprattutto i suoi principi di gioco

Nello Di Costanzo dopo un anno da responsabile tecnico alla Casertana, torna nuovamente a sedersi in panchina come allenatore. L’ultima volta era stato al Pomigliano. Al momento, quel che è certo, è che sarà esclusivamente l’allenatore della prima squadra e non un vero e proprio manager come sembrava potesse essere. Il tecnico farà da collante al settore giovanile, essenziale soprattutto per l’importanza degli under in questa categoria.

Chi è però Nello Di Costanzo?
Il  trainer 58enne,all’anagrafe Cuono Di Costanzo, nasce a Roma nel 1961 dove vive tra i quartieri Monteverde/Trastevere. La sua, però, è una famiglia di origine campana tanto che la sua casa, oramai da anni, è Acerra, anche se l’accento romano resta molto chiaro. La sua carriera da calciatore incominciò, come centrocampista, nelle giovanili del Milan e poi del Napoli (divenne campione d’Italia Primavera 1978-79). Poi tanta C in Campania con Gladiator, Afragolese e Turris, prima di appendere gli scarpini al chiodo ad inizio anni 90. Nel 1994 incomincia, invece, la sua avventura da tecnico con la Viribus Unitis, piccola squadra di Somma Vesuviana, dove riesce, in soli cinque anni, a portarla dalla Prima Categoria alla Serie D. Il massimo campionato dilettantistico riuscirà a vincerlo nel 2001-02 con il Gladiator che gli permetterà poi di avere una grossa ascesa dalla D alla B allenando squadre di grosso calibro quali Benevento, Juve Stabia, Venezia (2005-06 trionfò in C2) e quindi la cadetteria con il Messina prima e l’Ascoli poi. Ancora tanta C con Padova, Barletta, la Carrarese di Buffon fino ad arrivare, negli ultimi anni, a decidere di scendere di categoria per sposare dei progetti che poi si sono rivelati dei flop.
Laureato in Scienze Motorie, è il classico tecnico che piace ascoltare e confrontarsi che però pretende molto rispetto dai giocatori. Importante, per lui, che si rispettino le regole e va in bestia quando qualcuno intralcia il suo lavoro. Durante il corso della sua carriera ha giocato con diversi moduli tattici, anche se ha sempre prediletto il gioco sulle fasce. Il suo è un gioco propositivo, però, nella gestione tattica di una partita, la fase difensiva è altrettanto importante. E’ un colpo decisamente d’esperienza per la compagine nocerina che poco alla volta sta cominciando a scoprire le proprie carte.

550340cookie-checkDi Costanzo, romano di Acerra che ama le regole e predilige il gioco sulle fasce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campionato 2018/2019 - Stagione 2018

Classifica

Pos Squadra G. W L Pti
1 Logo Bari 34 24 4 78
2 Logo Turris 34 21 7 67
3 Logo Marsala 34 14 9 53
4 Logo Portici 34 13 10 50
5 Logo Castrovillari 34 12 9 49
6 Logo Acireale 34 13 13 47
7 Logo Cittanovese 34 13 13 47
8 Logo Nocerina 34 11 9 47
9 Logo Palmese 34 11 9 47
10 Logo Troina 34 10 9 45
11 Logo Città di Gela 34 12 14 44
12 Logo Messina 34 11 13 43
13 Logo Sancataldese 34 11 14 42
14 Logo Città di Messina 34 11 16 40
15 Logo Locri 34 11 17 39
16 Logo Roccella 34 8 12 38
17 Logo Rotonda 34 8 19 31
18 Logo Igea Virtus 34 4 21 21
Seguimi su Twitter
Seguici su Instagram…