WebRadio by NocerinaLive.it

Prossimo avversario della Nocerina è il Brindisi, suo storico avversario; ai più giovani rammento la partita del campionato di serie C del 1987/1988 tra Salernitana e Brindisi, con la sospetta sconfitta della società granata per 1-0 e la salvezza di un Brindisi composto per lo più da calciatori giovani. L’incontro di Salerno decretò la condanna della Nocerina allo spareggio per non retrocedere, contro il Catania che si disputò a Cosenza dove, purtroppo, la Nocerina fu sconfitta con il relativo fallimento e iscrizione al campionato di Eccellenza.

L’ultimo campionato in cui il Brindisi è stato iscritto in serie D è stato nell’anno 2014/2015 dove terminò al quinto posto, ma fu escluso dal campionato al termine del processo Dirty Soccer, da allora solo campionati regionali minori per la gloriosa formazione bianco–azzurra. Quest’anno con l’avvenuta promozione al campionato di serie D si è avuto un avvicendamento nel ruolo di presidente, da Antonio Giannelli, che ha ricoperto la carica per due anni con al suo attivo due vittorie di campionato, a Umberto Vangone, che ha continuato a ricoprire la carica di amministratore unico. Vangone, appena avuto la nomina, ha dichiarato di avere un traguardo ambizioso, quello di riportare il Brindisi in serie B in quattro anni.

Il direttore sportivo del Brindisi è Nicola Dionisio, una vecchia conoscenza del calcio delle nostre zone, che vanta diverse esperienze in piazze importanti come Cavese, Aversa, Savoia, Potenza e Avellino. Proprio ad Avellino, è stato artefice della promozione in B e di molti anni nella serie cadetta con un ottimo lavoro, apprezzato da tutti gli addetti ai lavori.

L’allenatore del Brindisi è Massimiliano Olivieri, un giovane ambizioso, artefice della vittoria ai play off promozione dell’anno scorso contro l’Agropoli. Olivieri non è uno sprovveduto della categoria, in quanto ha allenato in passato in serie D il San Severo e l’Agropoli; pur subentrando l’anno scorso a Danilo Rufini, ha convinto tutti con un gioco spumeggiante e redditizio che lo ha portato alla riconferma anche quest’anno della serie D.

Il  tecnico pugliese contro la Nocerina dovrebbe schierare tra i pali Lacirignola under classe 2000,  che nello scorso campionato ha iniziato la stagione da titolare ben figurando, ma un grave infortunio lo ha costretto ad un lungo periodo di riabilitazione; la società crede in lui ed é per questo lo ha voluto riconfermare.  Il calciatore ha subito ripagato la fiducia che gli è stata concessa con un’ottima prestazione contro il Taranto. Nel ruolo di esterno destro di difesa, sicuramente giocherà Corbier Amadou Tidjane, originario del Senegal con passaporto francese, cresciuto nel settore giovanile del Bari. Il calciatore l’anno scorso ha giocato in serie D con il Savona e due anni fa con il Taranto. Al centro della difesa, uno dei due centrali difensivi, dovrebbe essere Ianniciello, difensore centrale classe 1986 e alto 188 cm, il quale oltre ad essere stato uno degli artefici della promozione in D dell’anno scorso,  ha disputato ben cinque campionati a San Severo vincendone due ed ha disputato nella sua carriera ben 435 partite con 66 reti. Insieme a Ianniciello al centro della difesa, mister Olivieri dovrebbe schierare il calciatore Fruci, altro riconfermato dell’anno scorso, che ha un curriculum di tutto rispetto avendo giocato in squadre partecipanti a campionati di  serie B e serie C e pur essendo un difensore, nelle ultime 5 stagioni ha messo a segno ben 34 reti. Sul lato sinistro della difesa  avrebbe dovuto giocare il giovane classe 2001 Escu, ma a Taranto nel dopo partita gli è stato riscontrato una frattura alla mandibola, che potrebbe non permettergli di essere disponibile per la partita di domenica prossima.

A centrocampo il Brindisi schiera D’Ancora che l’anno scorso ha disputato i play off di categoria con il Savoia ed ha realizzato in campionato 25 presenze e 2 goal. Il ventiquattrenne centrocampista è un giocatore di qualità (con un passato nella Juve Stabia e nella Cavese) che fa delle capacità tecniche la sua migliore dote ed una buona visione del gioco. Dei tre a centrocampo che dovrebbero essere schierati da mister Olivieri sicuramente c’è Marino  che è cresciuto nelle giovanili del Lecce; a sedici anni viene rilevato dall’Inter dove, dopo tre anni nella Primavera risultando il migliore giocatore d’Italia, debutta in serie A e gioca anche in coppa Italia. Successivamente si traferisce all’Arezzo in serie B, per poi passare alla Pro Patria in C1 dove gioca tre stagioni; negli ultimi tre anni gioca al Francavilla in Sinni. Infine ultimo  del trio di centrocampo dovrebbe essere Zappacosta (l’anno scorso ha militato nel Rotonda) che ha giocato nel campionato di D anche con il Francavilla in Sinni,  in B con il Pescara, ed ha fatto parte della Fiorentina in serie A.

In attacco il Brindisi schiera tre attaccanti ed uno di questi dovrebbe essere Mosca classe 2000, ex calciatore della Nocerina che nella stagione 2017/2018 ha conseguito anche quattro presenze e l’anno scorso, nella Sancataldese, ha realizzato venti presenze. Il giovane calciatore può giocare sia sulla sinistra che sulla destra, ha caratteristiche offensive, ma può interpretare anche il ruolo di mezz’ala. Al centro dell’attacco sicuramente verrà schierato Montaldi che è un vero lusso per la categoria. Nella passata stagione ha giocato col Fasano siglando 12 reti, negli anni precedenti ha giocato con il Cerignola e il Bisceglie con cui si è laureato capocannoniere del campionato di serie D girone H con 21 centri in 33 presenze (tutti su azione). L’attaccante sudamericano è uno specialista di promozioni, oltre con il Bisceglie ha vinto il campionato di serie D,  anche con la casacca della Virtus Francavilla nel 2016, compiendo il doppio salto dall’Eccellenza al professionismo. Infine nel trio di attacco dovrebbe giocare  Cristiano Ancora   che è desideroso di riscatto dopo una stagione fra luci e ombre con le maglie di Taranto e Olympia Agnonese. L’attaccante esterno è abile nel saltare l’uomo e agisce prevalentemente sulla fascia destra,  proprio a Brindisi nella stagione dell’esclusione dal campionato di serie C segnò 12 reti. Non è da dimenticare l’eroe della partita con il Taranto, cioè Granado, che lo scorso anno ha disputato un campionato di serie D con il Castelfidardo e che in precedenza ha militato tra le file del Messina.

Il Brindisi contro la Nocerina dovrebbe schierare la seguente formazione:

Lacirignola; Corbier, Iannicello, Fruci, Escu ( D’Angelo ); Marino, D’Ancora, Zappacosta; Ancora, Montaldi, Mosca. All. Olivieri.

573910cookie-checkConosciamo meglio il prossimo avversario: L’ambizioso Brindisi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campionato 2019/2020 - Stagione 2019

Classifica

Pos Squadra G. W L Pti
1 Logo Fasano 3 3 0 9
2 Logo Gelbison 3 2 0 7
3 Logo Audace Cerignola 2 2 0 6
4 Logo Brindisi 3 2 1 6
5 Logo Taranto 3 2 1 6
6 Logo Bitonto 3 2 1 6
7 Logo Gravina 3 2 1 6
8 Logo Foggia 3 2 1 6
9 Logo Gladiator 3 1 1 4
10 Logo Team Altamura 3 1 1 4
11 Logo Nocerina 3 1 2 3
12 Logo Agropoli 3 1 2 3
13 Logo Grumentum 3 1 2 3
14 Logo Casarano 3 1 2 3
15 Logo Francavilla 3 0 2 1
16 Logo Sorrento 3 0 2 1
17 Logo Fidelis Andria 2 0 1 1
18 Logo Nardò 3 0 3 0
Seguimi su Twitter
Seguici su Instagram…