WebRadio by NocerinaLive.it

 

Completiamo il ricordo di Nocerina-Genoa, datato esattamente 41 anni fa, con l’autore del gol di quella partita del 25 marzo 1979: stiamo parlando ovviamente di Stanislao “Enzo” Bozzi. Uno degli attaccanti più forti della storia rossonera e sicuramente il calciatore più amato di quella vecchia generazione. Tre stagioni in maglia molossa, dal 1976 al 1979: 101 presenze, 33 reti e soprattutto la storica promozione conquistata contro il Catania in quel di Catanzaro, tanto per cambiare anche lì mise il proprio timbro.

A proposito di Catania, come non sottolineare le sue lacrime da spettatore nello spareggio, questa volta perso, contro i siciliani in quel di Cosenza che sancì la retrocessione e il fallimento da parte del club campano.

“Questo è un momento triste per il nostro paese. Vorrei mandare un caro saluto a tutta la Città di Nocera ed in particolare ai molossi rossoneri -debutta Bozzi alla nostra redazione- Qualcuno di voi ricorderà come, allora, insieme per quei colori non si mollava mai. Facciamo ora la stessa cosa, restiamo a casa senza mollare e sicuramente vinceremo anche questa partita”. 

Sulla gara Nocerina-Genoa

“Sono stato invitato a ricordare una partita di quegli anni. Era l’anno campionato 78-79 Nocerina-Genoa. Ricordo molto bene quella partita ed ho avuto modo, oltre dieci anni fa, di scrivere un racconto su questa partita sollecitato da un carissimo e tifoso amico che è Max Amato, attraverso una foto e un sito dedicato a me. Scrissi quel ricordo di quella partita e lo leggerò per voi”. 

Il suo ricordo

“Ricordo particolarmente quella partita. Dovevamo assolutamente vincere, per mantenere accese le speranze salvezza. Il Genoa era una corazzata e poi in attacco aveva due mostri sacri come Damiani e Bruno Conti. Dicevo che la ricordo particolarmente perché rientravo in squadra da due mesi, avevo perso il mio papà che aveva poco più di 60 anni e ci volle del tempo per smaltire quel dolore, però il San Francesco mi mancava e mi mancava il calore dei molossi. Quella domenica lo stadio era pieno ed avevo impressione che quello fosse il mio esordio. Bisognava battere il Genoa e la Nocerina non andava in gol da oltre un mese. Partita difficile, ma giocammo alla morte e ribattemmo colpo su colpo, il pareggio non ci bastava per sperare chiaramente in una salvezza. Avevamo bisogno dei due punti. Ricordo che andai vicino al gol con un colpo di testa su cross di Garlini, ma qualche minuto dopo arrivò in area la palla giusta. Era lì, tra me e i difensori del Genoa ed anche la porta, fu un attimo mi avventai su quella palla come se fosse l’ultima e anticipando difensori e portiere la scaraventai in rete con una rabbia lunga due mesi. Alzai le braccia al cielo, quel gol era per il mio papà e poi corsi a condividere la gioia con quella splendida tifoseria, gli indomabili molossi del vecchio blocco. Finalmente avevamo vinto, avevamo battuto il Genoa e ricominciammo a sperare. Il cuore dei molossi riprese a battere ed io lasciai lo stadio con quella meravigliosa colonna sonora che i tifosi nocerini mi regalavano ad ogni partita e ad ogni gol e che ancora oggi mi porto nel cuore: ale Bozzi, ale Bozzi”.

681870cookie-checkBOZZI: “Restiamo a casa e vinceremo. Nocerina-Genoa? Il mio ritorno, il gol per mio padre e quel meraviglioso coro dei tifosi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campionato 2019/2020 - Stagione 2019

Classifica

Pos Squadra G. W L Pti
1 Logo Bitonto 26 16 3 55
2 Logo Foggia 26 16 4 54
3 Logo Sorrento 26 14 4 50
4 Logo Audace Cerignola 26 15 7 49
5 Logo Casarano 26 11 6 42
6 Logo Taranto 26 12 10 40
7 Logo Fasano 26 9 10 34
8 Logo Gravina 26 9 10 34
9 Logo Gelbison 26 8 8 34
10 Logo Gladiator 26 8 9 33
11 Logo Team Altamura 26 8 10 32
12 Logo Brindisi 26 7 9 31
13 Logo Fidelis Andria 26 8 13 29
14 Logo Nocerina 26 6 11 27
15 Logo Grumentum 26 7 13 27
16 Logo Nardò 26 6 11 27
17 Logo Francavilla 26 6 13 25
18 Logo Agropoli 26 3 18 14