post

REA a NL: “Sarebbe un onore portare giocatori a Nocera. Nocerina? Non credo possa vincere il campionato però…”

Abbiamo intervistato Angelo Rea, ex calciatore molosso nella seconda parte in Serie B nel 2011-12, che attualmente svolge il ruolo di procuratore.
Molte domande all’ex difensore che ha parlato anche di alcuni suoi calciatori che interessano alla Nocerina

Come procede la sua seconda vita nel ruolo di procuratore?
“Benissimo, sono quasi due anni che svolgo questo lavoro, seguiamo tantissimi ragazzi: tantissimi in lega pro e molti in serie d. Tanti giovani importanti e sono molto contento di come procede
il lavoro. Ero partito per sperimentarlo ed è diventato un lavoro a tutti gli effetti”.
Per te mezza stagione alla Nocerina anche se ci fu la retrocessione. hai sei ricordi positivi?
“Molto positivi, arrivai che eravamo ultimi quasi nel baratro, verso le ultime partite sperammo di compiere una salvezza miracolosa. Un’esperienza molto positiva che ripeterei all’infinito. Nocera è una piazza importante, c’è stata quella debacle con il fallimento, ma auguro alla Nocerina tanta fortuna e ritornare dove merita”.
A proposito di quella squadra c’era Riccardo Bolzan attuale direttore sportivo, che ne pensa di lui?
“Abbiamo un bellissimo rapporto. Nocera può essere un trampolino di lancio. È portato per fare questo lavoro: è una persona molto seria e abbiamo parlato di alcuni giocatori.
Ti ispira molta fiducia e sicurezza, diventerà un’ottimo direttore”.
La Nocerina è da anni che non riesce a risalire nel calcio che conta, può essere un ottimo binomio quello tra il direttore Bolzan e il mister Cavallaro?
“Anche con Giovanni Cavallaro, ho condiviso quell’esperienza a Nocera, sento in giro che sia un ottimo allenatore e un ragazzo molto serio; a oggi non so se il campo mi smentirà, però non credo che in un girone h dove ci sono molte squadre toste la Nocerina possa imporsi come una vincente, ma posso dire che potrà essere la sorpresa perchè sia Bolzan che Cavallaro capiscono molto bene di calcio”.
Lei e Riccardo avete parlato di qualche suo assistito, tipo Viscomi?
“Volevano fare una squadra molto importante e mi avevano chiesto Danilo Alessandro che da Campobasso è andato a Seregno. Mi hanno chiesto Viscomi il difensore del Foggia, c’è stato questo interesse e il mercato è molto lungo e abbiamo parlato di altri giocatori. Riccardo lavora su tante operazioni, sarei onorato di portare un mio assistito a Nocera, può rappresentare visibilità e se fa bene sarebbe tutta un’altra cosa visto le piazze importanti”.
Cosa può cambiare nel calciomercato dopo l’emergenza covid?
“Il mercato è strano, ci sono squadre che hanno abbassato il budget mentre altre l’hanno alzato. Non c’è una strategia e può cambiare squadra prende giocatori non di prezzo alto ma che poi faccia bene come ad esempio per Liurni che Nocera quest’anno gli ha dato un’ottima visibilità, sono convinto che Riccardo possa portare un paio di giocatori che possano fare come Liurni, Nocera è una piazza molto calorosa e se c’è sintonia i giocatori potrebbero fare come Liurni, porterei sempre un mio giocatore a Nocera”.

[ad code=1 align=center]

[ad code=2 align=center]

702230cookie-checkREA a NL: “Sarebbe un onore portare giocatori a Nocera. Nocerina? Non credo possa vincere il campionato però…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *