post

DI RUOCCO: “Abbiamo affrontato squadre molto forti per arrivare in finale. Nocera? Grande piazza e squadra blasonata”

In vista della finale regionale di Coppa Italia Dilettanti di domani tra Città Di Nocera e Sessana,abbiamo intervistato in esclusiva il jolly della squadra casertana Vincenzo Di Ruocco. Queste le sue parole

Ci stiamo avvicinando a questa gara affascinante che sancirà il primo obiettivo stagionale: la coppa italia dilettanti fase regionale. Le tue impressioni?
“Abbiamo affrontato squadre molto forti per arrivare a questa finale adesso e gusto provarci e crederci. Partiamo sfavoriti ma è una partita unica e chi avrà più voglia e più fame calcistica la spunterà. La nostra è una società che fa sacrifici per non farci mancare niente e sta cercando di crescere. Vincere la Coppa Italia sarebbe un obbiettivo grandissimo per questa città e noi cercheremo di realizzare questo sogno”.

Facciamo un piccolissimo passo indietro: quel gol al 93′ al ritorno contro il Portici che vi ha permesso di andare ai rigori e di qualificarvi…
“Il nostro motto è di non mollare mai. Le partite vanno chiuse, il Portici non l’ha fatto e noi ne abbiamo approfittato e ci abbiamo creduto fino alla fine grazie al gol del nostro bomber Grezio. Poi ai rigori ero molto fiducioso  perché siamo bravi rigoristi e abbiamo un para rigori come Mimmo Ciontoli”.

Domani affronterete una squadra che fino a questo momento sta facendo un campionato a parte insieme al Fc Sorrento. Cosa pensi della squadra rossonera e se c’è qualcuno in particolare che temi di più?
“Ci sono molti amici come Carotenuto,Majella, Marcucci e tanti altri. Sono tutti temibili e c’è molta stima tra di noi. Poi Nocera è una grande piazza ed è bello affrontare squadre blasonate come loro, non capita tutti i giorni”.

Affronterete una grande piazza come hai detto tu in un grande stadio come il Partenio di Avellino. Che emozione sarà per te e se è la tua prima volta in quello stadio?
“ E’ uno stadio che mi ha portato bene nella finale play off vinta quando stavo alla Libertas Stabia dove segnai un bellissimo gol da 30 metri. Ritornarci sarà un emozione immensa poi il Partenio è un stadio che fa la Serie B e c’è tutto affinché sia una giornata indimenticabile. E’ la terza finale che faccio in un anno e mezzo. L’anno scorso con la Scafatese ci siamo andati vicini nel campionato e nella coppa. Speriamo che questa volta sia quella buona”.

Personalmente invece sei soddisfatto della tua stagione fino a questo momento con la Sessana?
“Potevamo fare qualcosa in più trovando una quadratura di squadra molto prima ma stiamo facendo il nostro campionato. Personalmente sono cresciuto in tutto ma si può sempre migliorare e devo cercare di fare qualche gol in più così come gli assist che ne faccio molti. Io gioco per la squadra e per me un assist è un gol. Grezio ne sa qualcosa visto che è il capocannoniere dell’Eccellenza”.

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *