post

L’EDITORIALE: la nona sinfonia di Maiuri in campionato

Nona vittoria di fila per il mister Maiuri, tecnico dai numeri sempre più importanti. Ennesimo banco di prova per il Città di Nocera che sabato ha surclassato la Scafatese 1922 per 5 a 0. Mentre l’eterna rivale, il S. Agnello, non molla la presa. Infatti, al “Dirceu” di Eboli, i costieri hanno battuto la squadra bianco azzurra per 3 a 0. Si preannuncia, di questo passo, un big match al cardiopalma. Prima di questa partita tanto attesa che sarà disputata il 13 marzo 2016, i molossi dovranno affrontare, oltre alle gare in campionato, anche le gare di Coppa valide per la fase nazionale. La prima di queste ci sarà mercoledì 17 febbraio 2016 alle ore 14:30 contro il Vultur Rionero, formazione lucana che milita nell’unico girone della Basilicata e attualmente solitaria al primo posto. Insomma, la prima di una lunga serie tra campionato e Coppa da qui al big match contro il S. Agnello. Passiamo alla gara: i canarini si presentano al S. Francesco forti del pareggio in casa contro il S. Vito Positano per 1 a 1. I molossi, invece, devono fare i conti con le importanti assenze di De Liguori e Ruscio a centrocampo. Questi gli uomini schierati inizialmente dal mister Maiuri: Napoli, Apparenza, Cuomo, Cacace, Gallo, Di Pietro, Aracri, Ciotti, Carotenuto, Scibilia, Marcucci. I molossi vanno subito in vantaggio: al 3′ arriva il gol: Ciotti la mette in mezzo dalla destra, Carotenuto la colpisce a volo di piatto e la mette nell’angolino alla sinistra del portiere realizzando un gol meraviglioso. Il raddoppio arriva su calcio di rigore al 31′ sempre sui piedi del numero 10 rossonero che tira centralmente spiazzando il portiere avversario. Nella ripresa i rossoneri continuano ad attaccare e al 60′ arriva il tris: Di Pietro a tu per tu con Testa spara sul portiere, pronto il tap in di Marcucci che realizza la rete del 3 a 0. Entra Majella e realizza dopo pochi secondi il gol al 65′ : cross in mezzo di Scibilia, Majella stoppa di petto, mette a sedere Testa ed insacca a porta vuota. La quinta rete arriva al 79′ sui piedi del nocerino purosangue Piero Ciotti: fantastico uno due Ciotti – Majella ed il numero 7 la insacca dopo aver colpito il palo. Una vera corazzata che segna le X su ogni avversario di giornata in giornata. Un carrarmato che non ha ostacoli. Una potenza che il mister Maiuri sta sfruttando al massimo. Ora et labora dicevano i sacerdoti nel Medioevo. Segna e vinci! dicono i tifosi molossi! Avanti tutta rossoneri! 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *