post

L’EDITORIALE: c’è chi scende e c’è chi sale…

Unidicesima vittoria in campionato e primato solitario in classifica! Questo è il riassunto della 23a giornata di campionato per i molossi che, al San Francesco, hanno battuto con la “manita” il Castel San Giorgio del mister Del Sorbo, ex giocatore della Nocerina. Nonostante la partita giocata di sabato, il pubblico è stato numeroso. Presenti anche qualche decina di tifosi della vicina Castel San Giorgio, che, con uno striscione, esprimono il rispetto verso la Nocera ultras. Il Castel San Giorgio ha badato soprattutto a difendersi. Il portiere rossonero Napoli, è stato spettatore non pagante. Cinque i gol subiti dalla squadra rossoblù, tutti con marcatori diversi e di pregevole fattura. Tra tutti spicca il gran tiro a volo di Vitolo, che dai 40 metri spedisce direttamente in rete la pelota. Aracri, una pedina irrefrenabile, Scibilia, speedy gonzalez, Marcucci e Majella, certezza di gol. Questi sono solo alcuni degli undici scesi in campo che hanno fatto vedere cose di categoria superiore dove potrebbero ben figurare. Insomma un’ottima orchestra composta da ottimi musicisti, qualche solista e diretti da un gran maestro, il mister milanese Maiuri. Undicesima vittoria in campionato e primato in classifica con altre sette finali tutte (si spera) da vincere. Come ha affermato anche il mister rossonero essere primi fa piacere ma non è stato ancora fatto nulla. Bisogna continuare su questa strada. Notizia di ieri è il cambio del titolare della panca in casa del S. Agnello: ritorna il mister Turi che fu esonerato prima della fine del girone d’andata quando il S.Agnello era primo con quattro punti di vantaggio sui molossi. In casa delle due rivali, ora , ci sono umori opposti: da una parte felicità per il primato solitario e dall’altra rabbia per aver perso punti in classifica e primato. Mercoledì Coppa: il Città di Nocera sarà di scena a Gravina di Puglia per l’ultima giornata del triangolare valevole per la fase nazionale della Coppa Italia Dilettanti. Tanti gli ex di turno tra cui Rana, Albano e Cilumbriello. Piazza appassionata per i colori giallo blu con tanti tifosi calorosi che faranno da cornice alla gara di mercoledì. I rossoneri dovranno, per passare il turno e continuare il cammino in Coppa, vincere o pareggiare tre a tre. Col due a due si andrebbe al sorteggio. Superando il turno si conserverebbe l’altra possibilità di accesso in D dopo quella del campionato. Ci sono tante battaglie ed è tanta la voglia del salto di categoria. Avanti tutta molossi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *