post

JUNIORES: vittoria in rimonta per il Città Di Nocera

Non gioca bene ma porta lo stesso i tre punti a casa il Città Di Nocera Juniores che questo pomeriggio ha sconfitto 2-1 in casa in quel di Piedimonte la Pro Pagani rimontando l’iniziale svantaggio. Le reti dei molossini sono state siglate tutte nel secondo tempo da Napolitano e Santoro su rigore.

Nella prima frazione di gara i molossini non riescono a giocare come loro solito anche se sfiorano in più di un’occasione con il solito Santoro la rete del vantaggio. I paganesi seppur con gli uomini contati, oggi zero riserve e nemmeno il tecnico presente, hanno giocato con tanta umiltà e caparbietà.

Nei secondi 45 minuti di gioco la Pro Pagani prova a rendersi pericolosa e conclude in più di un’occasione nella porta difesa da Olivieri senza però andare vicino al vantaggio. I padroni di casa ci provano con le solite offensive di Santoro e Buonaiuto che però non riescono ad essere cinici. Al 71′ gli ospiti passano in vantaggio grazie ad un calcio di rigore trasformato per fallo dell’estremo difensore nocerino. Dopo la rete i molossini non ci stanno e trovano la rete al 76′ clamorosissima: azione dalla destra di Napolitano, Culicelli da due passi calcia addosso al portiere, la palla carambola a Santoro che calcia di prima intenzione ma trova la deviazione di un difensore, la sfera termina poi tra i piedi di Buonaiuto che colpisce il palo e poi a Napolitano che non sbaglia e fa 1-1. La rete galvanizza ancora di più i padroni di casa che dopo aver divorato un gol già fatto con Santonicola, vanno in vantaggio all’89’: Santoro viene atterrato in area di rigore e conquista il tiro dal dischetto. E’ lo stesso numero 7 a presentarsi dagli 11 metri e a trafiggere l’estremo difensore paganese. Nei tre minuti di recupero c’è da segnalare un tiro da fuori area di Santoro deviato dal portiere in calcio d’angolo.

CITTA’ DI NOCERA: Olivieri, Napolitano, D’Amato, Castaldi, Santonicola, Palmieri, Santoro, Ammendola, La Femina, Ruocco, Buonaiuto. Subentrati: Pagano, Culicelli ed Auletta. ALL.Contaldo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *