post

L’EDITORIALE: rinascita nocerina! il cielo si Dipinge di rossonero!

Possiamo finalmente dirlo: è serie D! Mister Maiuri, milanese di nascita, ma ormai con la cittadinanza nocerina, gioisce insieme ai suoi tifosi e allo staff al termine della gara vinta contro il San Vito Positano per 1 a 0. Siamo passati in pochi anni dalla partita contro il Latina, al derby farsa contro la Salernitana e, dopo due anni di Eccellenza, abbiamo sognato di nuovo. Il Città di Nocera gioisce al Comunale “28 settembre 1943” di Scafati con circa 2500 tifosi al seguito, dopo una partita sbloccata nel secondo tempo grazie al bomber Errico Marcucci, su assist di Gallo che segna spizzicando il pallone di testa. Gallo-Marcucci entrambi giocavano con la Scafatese che ha vinto due anni fa: un duo vincente! Ottanta punti in classifica è sinonimo di nuovo record dell’Eccellenza Campania. I rossoneri hanno battuto il record del Vico Equense di 79 punti. Un record frutto di una società che ha lavorato in silenzio: Vincenzo Maiuri il mister, Felice Scotto il vice, Luigi D’Oraia il preparatore atletico, Amedeo Petrazzuolo l’allenatore dei portieri, Peppe Prete il direttore dell’area tecnica, Nicola Maiorino il team manager che si è commosso al triplice fischio, Giovanni D’Amaro il massaggiatore, Domenico Attanasio il vice massaggiatore, Giovanni Oliva la storia dei magazzinieri, Peppe Calabrese il vice magazziniere. Tutti insieme rappresentano lo staff di una squadra vincente che, con umiltà e lavoro, hanno riportato l’entusiasmo nelle due Nocera. I protagonisti sul campo? Una rosa straordinaria condotta dal mister Maiuri, un gruppo molto unito. Tanti i molossi storici: il capitano Luigi Cuomo, il vice capitano Vincenzo De Liguori: leader rispettivamente della difesa e del centrocampo. Davide Cacace, l’altro pezzo del muro invalicabile della difesa. Salvatore Gallo, il mancino dal cross preciso, Alessandro Apparenza, un grande combattente sulla destra. In porta si sono alternati l’under Napoli e l’eterno Gigi Amabile. A centrocampo il combattente Andrea Di Pietro che ci ha sempre provato dalla distanza e sulle fasce i due speedy gonzalez Danilo Scibilia ed Achille Aracri.  Grande soddisfazione per la piazza molossa per il nocerino di nascita Piero Ciotti e per Roberto Vitolo. E in attacco? Carotenuto, Marcucci e Majella. Il primo è andato a segno 23 volte perdendo per poco la classifica cannonieri, Marcucci ha segnato 13 gol, l’ultimo ieri, quella della promozione e Majella che ha realizzato gol decisivi durante l’anno. Il resto della squadra? Ha aiutato questi undici meravigliosi subentrando e facendosi trovare pronti in ogni occasione! Ma passiamo ai festeggiamenti! Al triplice fischio finale l’Agro e Nocera si tingono di rossonero, tanti i vessilli, bandiere, sciarpe che hanno colorato le strade da Scafati a Nocera. Intorno alle 18 e 30, all’uscita dell’A3, Nocera si è bloccata. Tanti i tifosi ad aspettare i loro beniamini con fumogeni e cori da stadio facendo scendere i giocatori dal pullman e festeggiando insieme a loro la tanto attesa promozione. Da lì, tutti in direzione stadio San Francesco: aperta la tribuna per i tifosi e appassionati dei colori rossoneri. Vengono ringraziati ad uno ad uno tutti i giocatori, lo staff e i giocatori che festeggiano per ore con cori sotto la tribuna, facendo fotografie ed autografi. Una giornata indimenticabile! Non potevano mancare i ringraziamenti del dottor Nicola Padovano, primo tifoso essendo stato medico sociale per tanti anni. Ringraziamenti di tutto lo staff: i vice presidenti Citro, Maiorino, Spinelli, l’amministratore D’Angelo. I soci Bellacosa, Falcone, Cirillo. La Nocera calcistica è rinata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *