post

Città Di Nocera, quella suggestione chiamata Cavallaro

Il Città Di Nocera come dichiarato anche dal tecnico Maiuri subito dopo la sua conferma, vuole allestire una squadra competitiva che possa regalare anche nella prossima stagione tante soddisfazioni per il popolo molosso. Già si fanno nomi di categoria come i vari Costanzo, Longo e Genchi, ma c’è un calciatore che non soltanto sarebbe un acquisto importante tecnicamente parlando ma anche a livello affettivo: stiamo parlando di Giovanni Cavallaro.

L’esperto esterno classe 1982, oltre 4 anni in terra molossa, è entrato prepotentemente nella storia del calcio rossonero ma cosa più importante è stato un vero e proprio idolo per il tifo nocerino. Celebri le urla della tribuna all’indirizzo dello special one Gaetano Auteri reo di non schierarlo in campo. “Miett a Cavallar”, un marchio ed una garanzia, perché il tifoso sapeva che da un momento all’altro poteva cambiare il corso della partita. Il calciatore siciliano a livello di numeri è entrato anche nella storia: grazie ai suoi 44 gol, infatti, è il miglior marcatore della storia della Nocerina. Un giocatore che ha dato tanto a Nocera (due promozioni) ma che ha anche ricevuto tanto. La scorsa stagione dopo la squalifica dei primi mesi col Foggia che non ha più creduto in lui è passato al Cosenza dove nonostante i suoi 34 anni ha fatto capire che può fare ancora la differenza. La sua seconda casa è qui dove ha aperto nel pieno centro di Nocera Inferiore una propria attività. . La quasi maggioranza assoluta dei tifosi vuole rivedere di nuovo Giovanni Cavallaro calcare il prato del San Francesco di Nocera Inferiore e la società che sembrerebbe averci provato già nel mercato invernale quando sembrava imminente la partenza di Majella, potrebbe perché no riprovare a portare il numero 10 per cercare l’assalto, il prima possibile. al professionismo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *