post

DI PIETRO: “Sono orgoglioso del rinnovo. La Serie D? Ci sono tante differenze”

E’ arrivato il rinnovo del centrocampista Andrea Di Pietro che nella passata stagione con i suoi 5 gol in 25 presenze è stato determinante per la vittoria del campionato d’Eccellenza. Queste le sue parole al nostro portale

Oggi è arrivata la firma del rinnovo contrattuale. Quanto sei contento?
“Sono felicissimo della riconferma. Oggi c’è stata l’ufficialità della firma ma era già da un bel po’ che era oramai tutto fatto”.

Firma più che meritata. La passata stagione non hai incominciato benissimo ma poi con l’avvento di Maiuri sei stato uno dei protagonisti indiscussi della promozione in Serie D
“Con l’avvento di Maiuri abbiamo veramente fatto un cammino abbastanza importante. Mi fa piacere che sia i tifosi che tutti voi avete aspettato questa riconferma. Sono orgoglioso di rindossare questa maglia così importante”.

Un’altra conferma più che meritata è stata quella di Maiuri. Quanto è importante per voi?
“Tantissimo. Il mister è stato colui che ci ha spinto a chiudere il campionato in bellezza come ci eravamo prefissati. Dal suo arrivo abbiamo fatto una scalata di vittorie impressionanti: raggiungendo, superando e mantenendo il primato dal Fc Sorrento. Sono felicissimo di lavorare un altro anno con lui e spero di ripetere le stesse prestazioni se non fare ancora meglio”.

Tu hai fatto tantissimi anni in Serie D vincendo anche il campionato. Ci sono differenze sostanziali dall’Eccellenza?
“La differenza ci sta perché scendono giocatori di Lega Pro, ci sono giocatori affermati della categoria e giovani importanti che vengono dalle Primavere. Il problema che in Eccellenza quando incontri le squadre molto inferiori a te va in campo più liberamente, mentre in Serie D ogni partita devi avere la stessa determinazione sia con le squadre d’alto livello che quelle più inferiori”.

Meglio il girone calabro-siciliano o quello lucano-pugliese?
“Le pugliesi sono sempre più attrezzate di quello calabro-siciliano perché in quelle zone girano molto più soldi e poi ci sono tifoserie di un certo livello come la Nocerina. A mio avviso il siciliano su questo fronte è più gestibile dell’altro”.

Parlando della tifoseria. Stasera si apre la campagna abbonamenti. Quanto possono essere importanti i tifosi nella prossima stagione?
“Sicuramente spero che ne accorreranno di più dell’anno scorso dove ci diedero un apporto importantissimo al raggiungimento dell’obiettivo sia fuori che in casa. Ho visto delle foto in sede che solo a guardarle mi vengono i brividi. Spero di rivedere la stessa tifoseria di qualche anno fa perché è una cosa fantastica”.

Quale promessa vuoi fare ai tifosi?
“La mia promessa è sempre la stessa. Sudare la maglia e dare tutto. Spero di regalare qualche soddisfazione alla società, al direttore Prete, allo staff tecnico ma soprattutto alla tifoseria che merita tanto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *