post

L’EDITORIALE: Nocerina, si intravede anche un bel gioco. Tifosi spettacolari e calendario favorevole

Vittoria importante per la Nocerina in casa contro l’Anzio. Grazie a questo successo i rossoneri sono riusciti ad accorciare a tre punti la propria distanza dalla vetta, visti i pareggi delle prime quattro della classe Trastevere, Gravina, Bisceglie e Gelbison. Oltre alla conferma di quello che già avevamo visto nelle precedenti gare, la squadra dall’arrivo in panchina di Gianni Simonelli è stata completamente trasformata in positiva soprattutto sotto l’aspetto dell’aggressività, ma anche sotto l’aspetto tecnico. Grandissima la prova di Siclari, bene Nohman. Grandi tifosi e calendario più semplice rispetto alle altre big

FASE DI NON POSSESSO ECCELLENTE. La Nocerina è riuscita ad annullare tutti gli attacchi dell’Anzio che a differenze delle altre squadre che hanno giocato al San Francesco provava in diversi frangenti ad attaccare e non a chiudersi, forse questo è dovuto dalla mentalità vincente del tecnico nonché signor ex giocatore Gaetano D’Agostino. I romani non sono riusciti in alcun modo ad esprimere il loro gioco propositivo limitandosi a lanci lunghi e tiri dalla lunga distanza. Questo naturalmente è stato dovuto dall’eccellente fase di non possesso palla e di aggressività dei calciatori rossoneri.

SI INCOMINCIA AD INTRAVEDERE ANCHE MIGLIORAMENTI TECNICI E TATTICI. Il tecnico Gianni Simonelli in tre settimane è riuscito in un vero e piccolo miracolo. Dopo aver lavorato soprattutto sull’aspetto mentale della squadra con risultati superlativi, sta incominciando anche ad inculcargli la sua mentalità tecnica e tattica. Oltre al cambiamento di modulo (4-4-2 e non 4-2-3-1) abbiamo assistito in alcuni frangenti anche ad un grande calcio. Nell’azione del primo gol (poi realizzato da Milani) la squadra ha avuto fluidità di manovra, tocchi di prima ma soprattutto sono stati coinvolti quasi tutti i calciatori.

NOHMAN HA RIPAGATO LA FIDUCIA. Buona la prova dell’attaccante romano che da quando è arrivato il tecnico Simonelli è riuscito a ritrovare il gol ma soprattutto la fiducia nei propri mezzi. Ieri è stato chiamato in causa dal primo minuto ed è riuscito quasi completamente a soddisfare il tecnico. Bene nella fase di non possesso, bene nel far salire la squadra e benissimo in qualità di assist man e nei contrasti aerei. E’ mancata solo la ciliegina sulla torta, ovvero il gol.

SICLARI CHE MOMENTO. Non ci pensa proprio a fermarsi Siclari. Con la rete di ieri con tanto di festeggiamenti sotto la curva, l’attaccante ex Taranto ha messo a segno il suo quinto gol in campionato. Nonostante il suo ruolo naturale sia il trequartista, sta riuscendo ad esprimersi al meglio come prima o seconda punta. E’ sbalorditivo vedere con quanta facilità riesca ad inserirsi nella difesa avversaria e crearsi tante palle gol.

SIAMO SEMPRE GLI STESSI MA GRANDE TIFO. Nonostante la bellissima giornat al San Francesco si sono presentati più o meno gli stessi spettatori che si sono visti fino a questo momento (all’incirca 1.200). Poco importa, meglio pochi ma buoni. Anche ieri i supporters hanno sostenuto sempre la squadra senza mai smettere di cantare e riuscendo a coinvolgere anche gli altri tifosi presenti sugli spalti.  

IL CALENDARIO E’ DALLA NOSTRA PARTE. Inutile nascondersi. La Nocerina adesso ha sulla carta il calendario più facile rispetto alle prime quattro della classe. Trastevere, Gravina, Bisceglie e Gelbison affronteranno squadre decisamente più ostiche e saranno coinvolte in scontri diretti tra di loro, mentre i rossoneri affronteranno rispettivamente Cynthia, Ciampino ed Agropoli. L’occasione è ghiotta per poter raggiungere il primato in classifica.

153690cookie-checkL’EDITORIALE: Nocerina, si intravede anche un bel gioco. Tifosi spettacolari e calendario favorevole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *