post

PROSSIMO AVVERARIO| Il Cynthia di mister Rughetti

La Società Sportiva Dilettantistica Cynthia 1920 è una società calcistica italiana con sede nella città di Genzano di Roma, nell’area dei Castelli Romani e attualmente milita nel girone h di serie d dove ha collezionato 5 punti frutto di una vittoria (contro l’Anzio), due pareggi (con Madrepietra e Vultur) e nove sconfitte; in 12 gare disputate i laziali di mister Rughetti, subentrato a Santolamazza, hanno segnato appena 7 reti (Artistico e Bertoldi sono i miglior marcatori della squadra con due reti all’attivo per entrambi), subendone 22. I colori sociali sono rappresentati da un completino interamente blu per le partite in casa, mentre per le trasferte vengono usate maglie e calzini bianchi e pantaloncini blu. Gioca le proprie partite in casa allo stadio Comunale A di Genzano, con una capienza di 4050 posti.

La storia

La società nasce nel 1920 e disputa inizialmente diversi campionati a carattere regionale ed interregionale. Nella stagione 1973/74, classificandosi in prima posizione nel Girone F, arriva la prima storica promozione in Serie C, attuale Lega pro, la terza serie italiana in cui i castellani si ritrovano a giocare in piazze quali Catania, Bari, Lecce o Reggio CalabriaIl professionismo torna a Genzano anche nell’annata 1988/89 con il Cynthia che disputa il campionato di Serie C2 ma, pur ottenendo la salvezza sul campo, viene declassato in Interregionale per motivi economici. Negli anni ’80 inoltre quattro atleti biancazzurri raggiungono la Nazionale Italiana Under 21: Fabrizio Bevilacqua, Fabrizio Bucciarelli, Maurizio Coppola e Fabrizio Olivieri. Nel comune castellano ha mosso i suoi primi passi anche Bruno Abbatini, ex calciatore della Roma in Serie A.

Curiosità
Nell’estate del 2015 la squadra si è distinta per il salvataggio e l’adozione di una cagnolina abbandonata, diventata la mascotte della squadra.
L’origine del nome “Genzano” è tuttora fonte di discussione: per alcuni il poggio su cui sorge il paese, posto sul bordo esterno del Lago di Nemi, proseguimento del “Nemus Aricinum“, era dedicato alla dea Cinzia (“Cynthia Fanum“), il cui culto era unito a quello di Diana nemorense. Per Nicola Ratti, invece, l’etimologia deriverebbe da fundus Gentiani, cioè dal terreno di proprietà della famiglia romana Gentia

Rosa attuale

PORTIERI: Valerio Scarsella, Giammarco Pietrantoni ’96
DIFENSIORI: Valerio Provaroni ’98, Andrea Macciocchi ’98, Edoardo Scardola, Francesco Porfiri ’97, Andrea Paloni, Antonio Masotina ’98, Di Meo
CENTROCAMPISTI: Stefano Greco, Emiliano Moretti ’97, Fabio Zuffardi, Lorenzo Bianciardi, Lorenzo Penge ’96,  Alessandro Biagiotti, Michele Rapone ’96
ATTACCANTi: Francesco Martena, Matteo Bertoldi, Niccolò Marinucci ’97, Mario Artistico, Jacopo Nuovo ’97, Emanuele Izzi ’98, Giulio Tagliabue

Tabellino ultima gara di campionato
NARDÒ-CYNTHIA 1-0

RETI: 36’pt Corvino

NARDÒ: D. Petrachi, De Pascalis, Versienti, Oretti, Benvenga, Camisa, Palmisano (21’st Gigante), Morello, Kyeremateng (42’st Cicerello), Corvino (49’st Caporale), Meleleo. A disp: B. Petrachi, Carrozzo, Diarra, Rosato, Podo, Caporale, Alemanni. Allenatore: A. Foglia Manzillo.

CYNTHIA: Scarsella, Masotina, Paloni, Bianciardi, Scardola, Porfiri, Nuovo (42’st Rapone), Martena (16’st Greco), Bertoldi, Artistico, Penge (25’st Izzi). A disp: Pietrantoni, Macciocchi, Provaroni, Zuffardi, Marinucci, Di Meo. Allenatore: S. Rughetti.

ARBITRO: Salvatore Morabito (Taurianova). Assistenti: Marco Orga (Moliterno) e Eustachio Capolupo (Matera)

NOTE: Pomeriggio nuvoloso, temperatura intorno ai 18°, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Morello, Oretti (N), Bianciardi, Artistico, Paloni (C). Espulsi: /. Spettatori: 1.300 circa. Recupero: 0’pt, 4’st+1′.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *