post

L’EDITORIALE | La forza del gruppo regala i tre punti alla Nocerina

Una Nocerina che sta imparando a soffrire, espugna il difficile campo del San Severo, in una gara che è stata determinata molto dalla fortuna in favore dei molossi.
Si potrebbe parlare molto delle prestazioni dei singoli (partendo dalla magnifica partita di Sommariva, al gol vittoria di De Julis, passando dalle buone prove di Gargiulo e Casiello), invece preferiamo elogiare l’atteggiamento del gruppo, mai disunito di fronte ad un San Severo che fa delle mura amiche la sua arma in più, un’arma spesso a doppio taglio, perchè in campi così basta una marcatura più approssimativa, oppure lasciarsi soggiogare dalla tensione ed ecco che il guaio è fatto, così si potrebbero sintetizzare la mezza discesa psicologica dopo il rigore fallito dai padroni di casa e la rete dei molossi a cinque minuti dalla fine, un San Severo, come già detto, che non ha tirato di certo la gamba dietro ed ha cercato sempre di aggredire la retroguardia molossa che si è lasciata sorprendere in poche occasioni, tra queste l’episodio che ha portato al rigore per i dauni, dal dischetto si presenta il bomber Vito Falconieri (noto specialmente dalle nostre parti per il gran gol da distanza siderale segnato contro il Napoli ai tempi della sua militanza a Catania) che però si lascia ipnotizzare da Daniele Sommariva per la seconda volta (lo stesso Sommariva gli aveva chiuso la porta circa dieci minuti prima). Un episodio che di certo non descrive per intero la gara dei giallogranata, ma sicuramente ne sancisce quasi la rassegnazione, che un po’ si vedrà nel secondo tempo, dove il giovane, ma grintoso, mister Dell’Atti getta nella mischia Lauriola e Menicozzo (il quale di li a poco dovrà riaccomodarsi in panchina per infortunio, facendo posto a Leonardi), per dare allo stesso tempo volume all’offensività dei suoi e contenimento alle sortite dei molossi, che però sbagliano sempre l’ultimo passaggio, come da copione.
Una Nocerina però, come sempre, mai arrendevole e mai persa d’animo, peculiarità che va riconosciuta a tutto il gruppo, panchina inclusa, una dote che i molossi sfruttano bene anche questa domenica, tenendosi così a distanza di sicurezza dalle inseguitrici e tenendo sempre il passo della capolista Trastevere che, manco a dirlo, ha vinto anche col Potenza.
Alto test importante domenica prossima per i molossi, che ospiteranno la Vultur Rionero del “pampaSosa e dell’ex Achille Aracri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *