post

Nocerina, la società è chiara: “Vincere i playoff. La Lega Pro? E’ un nostro obiettivo e vi spieghiamo come funziona”

Nella conferenza stampa organizzata dalla società tantissimi i temi toccati. Tra i più importanti non poteva mancare un loro punto della situazione su un eventuale ripescaggio

Non è stato un vero e proprio resoconto finale della stagione, in quanto mancano ancora i playoff, ma una sintesi di quello che è stato fatto e che si farà nel prossimo futuro.

Il primo a parlare nella conferenza stampa organizzata dalla Nocerina è stato il presidente Nicola Padovano parlando di tutto quello fatto da questa società:
“Siamo ripartiti da zero e nel giro di un anno siamo riusciti a riportare la Nocerina in Serie D. Sulle ali di questo entusiasmo la società ha continuato con grandi sforzi economici e il terzo posto è una chiara dimostrazione. Il nostro obiettivo era quello di puntare al vertice e ci siamo riusciti”.

Il patron rossonero risponde così alle critiche dopo la gara persa col Bisceglie
“Mi hanno molto amareggiato. Noi proseguiamo su questa strada con serietà ed umiltà e la squadra è carica per gli imminenti playoff”.

I playoff sono un obiettivo dove la società punta a vincere come dichiarato dal vice presidente Gaetano Maiorino:
“Siamo concentrati in primis su questo obiettivo. In virtù dei risultati si apriranno poi i diversi scenari. La società si è posta due obiettivi. Il primo quello di riportare la Nocerina in Lega Pro perché per storia e blasone è la categoria più adeguata e perché permette, a differenza della Serie D, un equilibrio sul fattore costo e ricavo. Il secondo, invece, è quello di mantenere un bilancio sano senza posizioni debitorie che consentano anno in anno di ripartire e programmare senza dilapidare un patrimonio. Al momento è ancora presto per parlare di ripescaggio o meno in quanto non conosciamo ancora i parametri che cambiano anno dopo anno. Una volta conosciuti questi parametri verrà fatta un’attenta analisi per capire se sarà possibile già fare il salto di categoria oppure programmare un campionato di Serie D di altissimo livello. Ci teniamo a precisare, in merito a ciò che abbiamo letto e sentito, che i soldi ci sono”.

Il vicepresidente ha chiarito il perché si è deciso di rescindere il contratto con Riccardo Di Bari prima dei playoff
“Abbiamo ritenuto di fare questa scelta perché tenerlo vincolato altri 15-20 giorni sarebbe stato inutile”. Sul prossimo direttore: “Stiamo valutando diversi profili. Tra una decina di giorni contiamo di ufficializzare il prossimo direttore sportivo”.

Sulla possibilità di riconfermare Simonelli
“E’ ancora presto per parlarne. Quello che posso dire è che siamo soddisfatti di quello che ha fatto in questa stagione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *