post

GIACINTI: “Indossare questa casacca è particolare. Società? Speriamo si risolva in positivo”

E’ arrivato a fine ottobre ma in pochissimo tempo è riuscito a ritagliarsi uno spazio importante. Stiamo parlando del centrocampista nocerino e della Nocerina Sante Giacinti che l’altro ieri ha compiuto 25 anni. Di seguito riportiamo l’intervista pubblicata su La Città

 

Quanto è speciale per te indossare questa casacca?
“Indossare la maglia della propria città è una sensazione particolare. Da piccolo andavo sempre allo stadio e ora giocarci è un motivo d’orgoglio e un motivo in più per fare bene”.
Nonostante ti allenassi a parte prima dell’approdo alla Nocerina, sei riuscito subito ad entrare negli schemi di Morgia
“Su questo devo ringraziare prima di tutto Antonio Trovato che con l’AIC mi ha permesso di allenarmi e fare un vero e proprio ritiro con numerose amichevoli; e poi a mister Sellitti dell’Alfaterna che mi ha permesso di allenarmi con loro fino alla firma con la Nocerina. All’inizio la differenza di ritmo con la squadra c’era, ma con il lavoro del prof e l’aiuto dei compagni sono riuscito ad integrarmi”. 
Avete chiuso il girone d’andata a -7 dal Troina. Ci credete alla vittoria del campionato?
“Assolutamente si. Quello che dobbiamo cercare dalla prossima partita in poi e di continuare come abbiamo finito. Ogni domenica bisogna dare il massimo per cercare di portare quante più vittorie possibili”. 
Domenica affronterete una corazzata come la Vibonese
“Nonostante il gap che hanno col Troina credono fermamente alla vittoria del campionato e si sono rinforzati. Andremo lì per fare la nostra partita e sarà una bella gara. Entrambe vogliamo vincere per cercare di avvicinarci al primato”.  
Prima della sosta ci fu quella conferenza squadra-staff tecnico. Da allora è cambiato qualcosa?
“Noi facemmo quella conferenza per fare chiarezza senza attaccare nessuno. Ad oggi stiamo ancora aspettando, ma speriamo che la situazione si risolva in positivo al più presto”.
Che tipo di allenatore è Morgia?
“E’ un mister che sta sempre sul pezzo e trasmette la sua voglia di fare sul campo. E’ uno che non molla mai ed anche durante la settimana pretende che si lavori a 300 all’ora senza pausa e sempre con la massima concentrazione. Per lui l’allenamento equivale ad una partita di campionato o di coppa”.
La tua promessa ai tifosi per questo 2018?
“Massimo impegno, come lo farà tutta la squadra, ed onorare sempre la maglia. Dobbiamo ricordarci che non giochiamo solo per noi ma per una intera città”. 

Leave a Reply