post

PRETE: “La Nocerina ha sfruttato bene il calendario. Questi ragazzi meritano tanti tifosi al seguito”

Abbiamo intervistato l’ex direttore della Nocerina Giuseppe Prete che dopo più di un anno di silenzio è tornato a parlare concedendoci un’intervista durante la trasmissione La Nocerina Siamo Noi in onda ogni lunedì dalle 20:30 alle 22:00

Direttore siamo ad un punto cruciale della stagione. Queste quattro vittorie ci portano a -3 dal Troina
“Si la squadra ha sfruttato al meglio quello che il calendario offriva. Le quattro vittorie consecutive sono arrivate e diciamo che solo la Vibonese ha fatto lo stesso percorso della Nocerina. In questo campionato nulla è scontato e lo dice il fatto di aver recuperato in poche gare ben cinque punti al Troina”.

Anche ieri cosi come è accaduto ad Eboli vittoria sofferta ma fondamentale al 94′
“L’importante è vincere la partita e questa è la prova che Morgia alla squadra ha dato una mentalità vincente, però sarebbe bene se si soffrisse di meno naturalmente”

Anche Cavallaro ha parlato di questo fatto di avere più difficoltà in trasferta
“Ma il problema è sbloccare la partita e così va tutto in discesa, invece discorso diverso se passano i minuti perché diventa sempre più difficile e a quel punto diventa una questione d’ansia e risulta tutto più complicato”.

Direttore vedendo il calendario direi che le partite sono quasi favorevoli alla squadra rossonera?
“Le prossime due partite, una delle pretendenti può perdere punti (Troina-Igea Virtus n.d.r.) e di questo dovrebbe trarne vantaggio la Nocerina. per quello che penso io”.

Questi successi può far riavvicinare tanti tifosi allo stadio?
“Si. Il cammino fatto fino ad ora e vedendo quello che sta dimostrando la squadra sul campo, non vedo perché questi ragazzi non meritino di essere seguiti. Sappiamo che cosa può dare il pubblico alla Nocerina”.

Si è finalmente sbloccato Alvino. Quanto può essere importante?
“E’ un giocatore che io conosco e che io stesso ho portato a Nocera. Sarà determinante per la fine di questo campionato e tra l’altro tatticamente è un giocatore intelligente e molto determinante”.

Anche per quanto concerne l’aspetto psicologico Cavallaro sta facendo veramente bene
“Il capitano è quello che viene riconosciuto dal gruppo come punto di riferimento e caratteriale. Cavallaro ha fatto quello che doveva fare”.

Leave a Reply