post

L’EDITORIALE: il quinto successo di fila avvicina i rossoneri alla capolista

La Nocerina con il successo di misura contro la Sancataldese ha ottenuto la quinta  vittoria consecutiva ma soprattutto ha approfittato dei pareggi di Vibonese e Troina portandosi ad un solo punto dal primato della classifica


VITTORIA SOFFRENDO POCO O NULLA.
E’ stato un successo netto seppur di misura della Nocerina. La squadra ha sprecato un po’ troppo però è stata brava, una volta passata in vantaggio, a non concedere praticamente nulla alla Sancataldese. Nel primo tempo sullo 0-0 fenomenale Mennella a salvare il risultato e a far capire, qualora ce ne fosse ancora bisogno, che questa stagione i rossoneri possano contare su due grandi portieri. 

TUTTI I CALCIATORI SI SACRIFICANO. Anche contro la Sancataldese è stato il collettivo a fare la differenza. E’ stato quasi commovente vedere calciatori offensivi come Alvino, Russo, Cavallaro e Dieme aiutare la squadra in difesa e recuperare palloni ovunque. Dei veri molossi.

GIACINTI, A CENTROCAMPO E’ UN MACIGNO: è arrivato in punta di piedi ad ottobre come svincolato. In poche gare, facilitato anche dai vari infortuni a centrocampo, è riuscito a ritagliarsi uno spazio fino a diventare titolare inamovibile. Contro la Sancataldese non ha perso un pallone vincendo tutti i contrasti, se va fatto un paragone recente, sembra il Mario Coppola della seconda parte di stagione dello scorso campionato. Nocerino di Nocera, si da sempre qualcosa in più per la maglia della tua città.

UN QUARTETTO RACCHIUSO IN DUE PUNTI. Troina 52, Vibonese 51, Nocerina 51 ed Igea Virtus 50. Sono queste le squadre che si giocheranno il titolo fino alla fine. Si è sempre parlato di terzetto, ma attenzione all’Igea Virtus che, insieme a Vibonese e Nocerina, è la squadra che ha fatto più punti nel girone di ritorno. Alcuni scontri diretti saranno determinanti. 

ERANO SETTE ANNI CHE… Escludendo il campionato d’Eccellenza quando il nome ufficiale era Città Di Nocera, la Nocerina non vinceva cinque gare consecutive dallo storico campionato di Lega Pro 2010-11 quando la banda Auteri riuscì in questo intento per ben due volte (la seconda arrivando addirittura a sei consecutive). Poi sappiamo tutti come andò a finire. 

BUONI SEGNALI DAL SAN FRANCESCO. Rispetto alla precedenti gare il San Francesco ha visto un po’ più di tifosi allo stadio. Rispetto a quello che ci ha abituato a fare e che può fare la piazza di Nocera è ancora poco, ma siamo sulla strada giusta. I tifosi presenti, come sempre, hanno sostenuto sempre la squadra in questo binomio indissolubile, dove il sogno è quello di riportare questa piazza dove merita, ovvero tra i professionisti.

Leave a Reply