post

GOMIS: “Non dobbiamo pensare alla classifica ma a vincere. Contro il Gela? Sarà una gara difficile”

Nel corso della trasmissione “La Nocerina Siamo Noi” è intervenuto in diretta il nostro portierone molosso Gomis in breve le sue dichiarazioni

Nonostante le difficoltá sul campo bagnato avete dimostrato grande personalitá contro il Paceco

L’aspetto fondamentale di questa partita è stata la concentrazione nei primi minuti. Abbiamo cercato di imporre il nostro gioco nei primi minuti riuscendo a fare quel gol che ci ha spianato la strada”.

Questi tre punti significano settima vittoria consecutiva che vi ha permesso di portarvi al primo posto insieme alla Vibonese

“Direi che stare al primo posto fa sempre piacere,ovviamente ora come ora non possiamo permetterci di guardare la classifica. Penso che bisogna pensare una partita alla volta e dopo tireremo le somme”.

Sei rientrato da un infortunio hai recuperato a pieno?

“La cosa che mi preme maggiormente è che sono stato sostituito molto bene da Mennella, un grande collega e che ha molta qualità. Per quanto riguarda l’infortunio sto bene e mi sento pronto per continuare a difendere la porta dei molossi”.

Quanto è stato importante il gruppo e l’aiuto dei tifosi nei momenti di difficoltà?

“Se non ci fosse stata questa coesione a quest’ora parlavamo di un’altro campionato. La nostra fortuna è aver trovato delle persone eccezionali e io sono contento di far parte di questo gruppo”.

Cosa vuol dire per te difendere la porta della Nocerina?

“La Nocerina è una squadra importante, ha una bella e soprattutto ha una grande storia. Mi ritrovo in una grande piazza e di questo sono contento”.

Finalmente si è sbloccato Dieme

“Purtroppo fin ad ora il gol a Jerome è mancato, ma ha fornito prestazioni molto importanti. Penso che la sua forza sia stata quella mentale e soprattutto ha giocato sempre divertendosi”. Come mai hai lasciato Messina dato che nel precampionato ti allenavi li? “Al Messina ci sono rimasto due giorni, poi a causa dei problemi societari ho deciso di cambiare”.

Come mai hai lasciato Messina dato che nel precampionato ti allenavi li?

“Al Messina ci sono rimasto due giorni, poi a causa dei problemi societari ho deciso di cambiare”.

In caso di promozione della Nocerina rimarresti a Nocera per continuare a crescere?

“Sperando nella promozione, direi di si,rimarrei qua perché mi sono trovato bene con i tifosi e la società, tra l’altro ripeto noi ci crediamo e speriamo che alla fine otterremo questa promozione”.

In questa corsa al campionato metteresti solo Nocerina e Vibonese oppure Troina, Igea Virtus ed Ercolanese che non sono cosi lontane?

“Secondo me è una corsa a quattro. L’Igea comunque deve continuare a crederci perché non è tanto lontana dalla vetta. Noi dobbiamo pensare partita dopo partita e vincerle tutte, poi tireremo le somme”.

Prossima partita col Gela si vocifera che non si possa presentare?

“Che non si presenti questo è l’ultimo dei nostri problemi. Affronteremo una gara difficile e speriamo di portare a casa i tre punti”.

 

Leave a Reply