post

L’EDITORIALE: la Nocerina sa solo vincere. La difesa è l’arma in più di questa squadra

Continua a vincere la Nocerina che supera di misura 1-0 il Gela grazie ad una rete di Russo e ad una grandissima prestazione. I rossoneri rispondono alla vittoria della Vibonese e restano primi con i calabresi.

GRANDE VITTORIA NONOSTANTE LE OCCASIONI SPRECATE. La Nocerina convince. Contro il Gela, la squadra allenata da Morgia, ha offerto un’altra prestazione positiva con una buona qualità di gioco ed una grande organizzazione tattica. L’unico neo dell’incontro, le troppe occasioni sprecate. L’importante, però, era vincere e con questa difesa anche un solo gol può bastare. 

DIFESA ROCCIOSA. Un’altra gara senza subire reti. La difesa rossonera continua ad essere la meno battuta del campionato: 18 reti, di cui solo 5 al San Francesco, e non subisce un gol dalla gara contro l’Ercolanese. Anche ieri impeccabili i centrali di difesa Manzo e Matino, ma il merito va dato a tutta la squadra. Dalla ennesima prestazione sontuosa di Giacinti a centrocampo, fino ad arrivare a capitan Cavallaro che nel secondo tempo l’abbiamo visto arretrare e recuperare palla in zona difensiva.

COMPORTAMENTO DEL GELA INSPIEGABILE. Da una squadra, quella siciliana, senza motivazioni di classifica ci aspettavamo una gara più aperta e vivace. Invece, inspiegabilmente, hanno avuto un atteggiamento quasi rinunciatario nel primo tempo, fino alla rete rossonera, come se il pareggio gli sarebbe andato benissimo. Il tecnico dei siciliani ha dichiarato: “Morgia voleva che ci spostassimo dal campo”. Non è assolutamente così, ci aspettavamo una gara, proprio in virtù della loro classifica, molto più bella.

VINCONO TUTTE LE BIG. La Nocerina ha fatto quello che doveva fare così, come hanno fatto Vibonese e Troina, vincendo in rimonta. Pareggia l’Igea Virtus che si distacca dal terzetto. Un finale di campionato emozionante.

IL RUGGITO DEL SAN FRANCESCO. Non siamo ancora ai livelli che Nocera può dare, ma nella gara d’ieri c’è stata una presenza un po’ più numerosa dei tifosi. Inutile ribadire che in questo finale di campionato l’apporto della tifoseria sarà fondamentale!

Leave a Reply