post

CAOS NOCERINA | Leone:”Non si può fare calcio in queste condizioni, volevo costruire una grande Nocerina”

Riceviamo e pubblichiamo il messaggio inviatoci dall’oramai ex presidente della Nocerina Danilo Leone, contattato dalla nostra redazione per spiegare i motivi della sua decisione:

“Con una cordata di 7 imprenditori, che non volevano comparire e con tutti i buoni propositi per fare il bene della Nocerina avevamo trovato la disponibilità da Del Giudice che ha fatto fare tutto a noi. Avevamo trovato disponibilità da Medugno, Padovano e l’avvocato Maiorino per fare una grande Nocerina, anche con un loro contribuito economico. Purtroppo da tre giorni da questa parte abbiamo trovato soltanto difficoltà, non a livello di sponsor, soldi o giocatori, ma bensì abbiamo trovato difficoltà con una frangia di tifosi. Ci siamo incontrati con alcuni di loro che ci hanno categoricamente detto di andare via da Nocera. Del Giudice a questa richiesta ha fatto un passo indietro, mentre io no perché voglio il bene della Nocerina e volevo fare calcio a Nocera a livello importante. Loro l’hanno preso sotto forma di sfida e purtroppo da due giorni che ci siamo incontrati in varie sedi con altre persone, loro hanno fatto stasera questo comunicato.Purtroppo il calcio in queste condizioni, senza una tranquillità a livello di tifosi, non si può fare. Attualmente i proprietari siamo noi con Del Giudice e Napoletano e chiunque è interessato può contattarci e la venderemo a costa zero. In più Danilo Leone,con la sua società, garantisce alla Nocerina una sponsorizzazione di 100.000 euro, per farvi capire il bene che voglio a questa piazza. Farò calcio altrove ed ho altre richieste da tante società”. 

Leave a Reply