post

REDAZIONE | Chi può salvare la Nocerina? Niente “nuovo che avanza”

È risaputo, a Nocera le estati non si vivono mai con calma, è di ieri il definitivo forfait del gruppo Leone che, con un messaggio inviato alla nostra redazione, ha dichiarato di lasciare anche per via della poca affinità con i tifosi, seguendo quindi i passi di Del Giudice e Napolitano. La verità oggettiva sembra tutt’altra, a fronte dell’immobilismo totale a poche settimane dall’inizio della nuova stagione, poteva essere tranquillamente un riscatto per queste persone, che avrebbero potuto sovvertire la reputazione, tutt’altro che rosea, con cui erano arrivati a Nocera, invece si è ben pensato di abbandonare alla prima difficoltà e dare ancor più alito alle polemiche, mettendo ancor più zizzania tra la gente di Nocera. È tempo dunque di varare le alternative, la più plausibile è di sicuro quella del parziale ritorno degli uscenti soci, magari aiutato da qualche nuovo volto, il ciò è lodevole, ma è pur tristemente vero che a Nocera si tende a rimpiangere e lodare chi ci ha regalato i famosi “quindici minuti di notorietà” per poi relegarci all’inferno. Basti ricordare che il vecchio esecutivo societario ha lasciato una situazione debitoria importante. Inoltre a breve, se non verranno pagate entro la fine di questo mese, arriveranno ancora tantissime altre vertenze, in quanto i tesserati della stagione appena passata (staff e calciatori) avanzano diversi stipendi, si parla di mezza stagione ed anche più, giocata senza vedere l’ombra di un quattrino. Un’altra estate di tribolazione, dunque, ci attende. La speranza è sempre quella di vedere la Nocerina in vita, con un progetto ed elementi seri che la reggono, per non arrivare di nuovo tra un anno a rimpiangere ed osannare chi ci ha affossati ed applaudire acclamando un loro ritorno.

Leave a Reply