post

SERIE D | Leone va a fare calcio Gragnano:”Non sono scappato da Nocera; avevamo già contattato qualche calciatore”

Come annunciato ieri a caldo alla nostra redazione, già nella giornata di ieri Danilo Leone è andato a fare calcio altrove. E’ di queste ore infatti la notizia del suo ingresso nella società del Gragnano, sempre in serie D. Annunciato già il suo allenatore -lo stesso Pasquale Borrelli che doveva sedere sulla panchina della “sua” Nocerina-, sarà co-presidente (ricordiamo l’inibizione che pende sulla sua testa comminatagli nel gennaio del 2017) con l’amico ed ex presidente Martone. Contattato dai colleghi di Sport Campania, ha così risposto, anche ai temi legati alla Nocerina:

“C’era la pista di Sarno e quella di Gragnano, oggi avremmo dovuto avere l’incontro definitivo per la chiusura e la firma ma a causa di motivi di lavoro sono volato fuori Napoli. Lunedì si dovrebbe formalizzare il tutto, al 99%. L’accordo l’abbiamo chiuso in mattinata e come ho detto oggi si sarebbe formalizzare tutto. Assieme a me arrivano altri imprenditori, ma non Del Giudice che sarà impegnato con il Cuneo, che sta cercando di prelevare. [..]
Abbiamo già iniziato a definire i dettagli tecnici. Ci sarà Pasquale Borrelli alla guida della squadra. Abbiamo anche iniziato a contattare qualche calciatore sia per le conferme sia per i nuovi innesti. Un nostro obiettivo, inoltre, è quello di far partire una scuola calcio e un settore giovanile, che a Gragnano manca. [..]
Ci tengo a precisare che non sono scappato, la Nocerina è ancora di mia proprietà, ho la maggioranza delle quote. Siamo in tre, io Del Giudice e Napolitano. Al momento della conferenza stampa c’è stata una contestazione, non tanto per noi, quanto perchè ci hanno associato alla vecchia società. Loro, gli ultras, sono rimasti male per la mancata richiesta di ripescaggio dello scorso anno dopo aver vinto la finale play-off e volevano che i debiti, 250-300 mila euro, li pagasse la vecchia società. Dopo la conferenza stampa Del Giudice se n’è andato, io no però, perchè rispetto l’idea degli ultras, poi però la mia permanenza l’hanno presa come un’offesa, non lo so, e hanno pressato perchè andassi via. Non sono scappato, ci tengo a precisarlo. Noi avevamo già contattato qualche calciatore come Porcaro del Rende e Marotta del Siracusa”.

Leave a Reply