post

NOCERINA| Arrivano le precisazioni dei soci uscenti sulle ultime vicende del club rossonero

Continua il botta e risposta tra la vecchia società e i nuovi soci del club rossonero. Di seguito riportiamo le precisazioni dei soci uscenti:

” In merito alle continue esternazioni dei nuovi soci del club, intendiamo precisare ulteriormente alcuni punti fondamentali, ricostruendo l’intera vicenda. A partire dal 6 maggio, solo una persona si è fatta avanti per rilevare il club, il signor Del Giudice Corrado, che a noi s’è presentato prospettando un campionato di vertice e diversi imprenditori al suo seguito. Del signor Napolitano Salvatore, attualmente legale rappresentante del club, siamo venuti a conoscenza soltanto nel giorno di chiusura dell’accordo, quando Del Giudice, al posto dei due soci che dovevano accompagnarlo secondo le sue dichiarazioni nei contatti precedenti, s’è presentato con lo stesso. Ribadiamo che un’associazione dilettantistica non è fatta di quote, il cambiamento di proprietà funziona così: dimissioni dei vecchi soci, subentro dei nuovi soci. Ogni volta che si parla di quote e di percentuali, si commette un palese errore di diritto civile e societario. Puntualizziamo ancora una volta, che i soci uscenti non hanno contattato e nemmeno conosciuto il signor Leone Danilo, aggiuntosi successivamente a Del Giudice e Napolitano. Dall’1 giugno, i soci uscenti non sono più nelle condizioni di operare in  alcun modo, essendo il club rappresentato legalmente dal signor Napolitano. In merito alle somme che i soci uscenti debbono versare ai nuovi, sottolineiamo che a disposizione dei nuovi soci c’è una fideiussione di euro 31mila rimasta integra e disponibile, che erano stati depositati 10mila euro in banca, che è stato chiuso un accordo di 4mila per pregressi rapporti, che ci sono ulteriori titoli disponibili in banca. Le altre somme, come già comunicato in precedenza destinate secondo gli accordi ai pagamenti per i tesserati 2017-2018, non sono state ancora corrisposte per la mancanza di trasparenza e linearità dei nuovi soci, tra comparse e scomparse, soprattutto con l’utilizzo fatto di alcune somme, ad esempio la vertenza Aliperta, che secondo gli accordi era a carico dei nuovi soci ma che gli stessi hanno saldato grazie alle prime corresponsioni dei vecchi soci sul conto corrente della società”. 

Leave a Reply