post

ESCLUSIVA NL | Capitan Cavallaro vuol far chiarezza: “Nessuna proposta da parte loro, non ho detto no alla Nocerina: fa male esser trattato così”

Il Capitano Giovanni Cavallaro ha voluto rilasciare per sua spontanea volontà una piccola intervista alla nostra redazione per chiarire la situazione che riguarda il suo rapporto con la Nocerina: 

La mia intenzione è principalmente quella di fare chiarezza con la gente ed i tifosi che ogni giorno vengono a chiedermi “ma perchè non giochi con noi? Ma è una questione economica?”: io non ho ricevuto nessuna proposta, zero proposte. L’anno non abbiamo ricevuto soldi per 7-8 mesi. Giovanni Cavallaro spesso ci ha messo anche i soldi per far venire i ragazzi ad allenarsi, ha pagato le cene dopo le trasferte e le tante ore di viaggio e non ho mai chiesto a nessuno. Ho aiutato Giovanni Oliva in alcune occasioni perchè non prendeva lo stipendio da un anno intero, e senza di lui la Nocerina si fermava. Lasciando a parte il lato economico, ho contribuito a tenere su un gruppo per un anno intero, siamo stati uomini fino alla fine, ci siamo giocati quel campionato che forse da qualche altra parte era bello che finito già a Gennaio, purtroppo quell’infortunio poi mi ha bloccato e non ho potuto contribuire sul campo fino alla fine, ma ringrazio i miei compagni per quanto hanno fatto.
Cosa mi aspettavo? Che arrivasse una società nuova, coi soldi o meno, ed interpellavano quantomeno l’uomo e per quello che ho dato la Nocerina dicendomi che mi volessero con loro a tutti i costi, la situazione è questa ma volessero che stessi con loro. Io non ho ricevuto una chiamata da nessuno, zero. L’unico incontro che ho avuto con Iovino l’ho avuto tramite un amico tifoso -persona seria e perbene che voleva fare il bene della Nocerina- che mi ha chiesto di incontrarlo: avrei voluto che fosse stato direttamente lui -Iovino, ndr- a chiamarmi. Quando ci siamo incontrati ma è stata solo una chiacchierata la nostra, le trattative si fanno tra Società, procuratore e calciatore, non  tra la società, un tifoso ed il calciatore. Lì mi ha semplicemente detto i problemi che avevano ed i loro budget, al che io gli dissi di non essere ancora guarito e che avevo bisogno ancora di un mese un mese e mezzo, nel frattempo lui avrebbe visto un pò le sue cose, se fossero arrivati incentivi o persone che lo potevano aiutare per affrontare una stagione dignitosa per giocarcela e salvarci tranquillamente e poi ci saremmo sentiti di nuovo, io sarei venuto anche gratis a giocare, ma tutto questo non è accaduto. Il mio rimanerci male è che io sto passando agli occhi della gente per quello che ha rifiutato la proposta di Iovino: questa è casa mia, Nocera è la mia città ed amo la Nocerina. Se questo lo staff attuale della Nocerina non lo sa non è un problema mio: ho dato tanto alla Nocerina, ho vinto con questa maglia, sono ancora il marcatore più prolifico della storia di questi colori, ho dato l’anima tutti gli anni e sono stato sempre uomo, soprattutto fuori dal campo, al di là del Cavallaro calciatore. Ad oggi io non sono ancora guarito ed ho bisogno ancora di qualche settimana, di proposte ne ho avute tante ma per ora non posso dire si a nessuno, perchè nessuno deve essere preso in giro perchè sono una persona seria, e vorrei che anche gli altri lo siano con me, quindi mi fa male leggere che Iovino non ha detto la verità sulla mia situazione: io ho nulla contro di lui e credo anche lui non abbia nulla contro di me, ma la gente deve sapere la verità. L’accordo dopo quella chiacchierata era che ci dovevamo risentire ma nessuno mi ha chiamato, poi sui giornali leggo che Chiancone ha dichiarato che la rosa è al completo, e mi chiamano e sullo stesso mi chiamano “l’ex capitano della Nocerina” e che non sarò con loro. Non capisco il motivo del non esser stato ricontattato. Se il problema è economico, mi dicevano quali erano le possibilità, forse avrei giocato pure gratis per la Nocerina, a patto che ci fosse stato un progetto ed una buona programmazione soprattutto per il futuro, ma attualmente penso che non ci sono le basi per andare avanti, come del resto Iovino ha sempre detto di non avere la forza economica per sostenere una squadra. Come farei ad accettare un progetto del genere? A mio parere meritavo più rispetto, e la gente di Nocera merita rispetto e deve sapere perchè Cavallaro non sta con la Nocerina, non perchè non ha accettato la proposta di Iovino, è tutt’altra cosa: ribadisco, non ha mai ricevuto una vera e propria proposta, una chiamata da qualcuno degli addetti ai lavori, e per la Nocerina potrei essere un vantaggio dentro e fuori dal campo, e questo la gente lo sa, il legame mio con la Nocerina è tutt’altra cosa che giocare a calcio. Volevo semplicemente che mi chiamassero e mi dicessero “abbiamo bisogno di te, abbiamo dei problemi ma poi a quello ripareremo”, di farmi sentire importante ed al centro del progetto, putroppo così non è stato. Mi dispiace di esser stato trattato in questo modo.

[ad code=1 align=center]

[ad code=2 align=center]

Leave a Reply