post

PROSSIMO AVVERSARIO| L’Acireale di mister Breve

Archiviato l’esordio casalingo contro il Locri i molossi di mister Viscido saranno impegnati nell’insidiosa trasferta di Acireale dove lo scorso anno dopo essere andati sotto di due reti riuscirono a strappare un pareggio nel finale di gara con un gol di Gigi Manzo. I granata di mister Carlo Breve sono reduci dalla bruciante sconfitta nel derby contro il Troina e sicuramente vogliono riscattarsi davanti al pubblico amico allo stadio Tupparello.

STORIA

Fondata nel 1946 come Associazione Sportiva Acireale, nella seconda metà degli anni ’60 e sino al 1972 la squadra venne denominata Acquapozzillo.
I migliori risultati della sua storia calcistica sono la promozione e la permanenza per due stagioni in Serie B (1993-1994 e 1994-1995).
Nel luglio 2006, dopo la retrocessione, venne radiata dal campionato di (Serie C2), rifondata come S.S.D. Acireale Calcio 1946 ed iscritta nel campionato di Promozione Sicilia 2006-2007. Dopo alcuni anni trascorsi fra Eccellenza e Serie D, il club si ritirò dalle scene calcistiche nel pieno svolgimento del torneo di Eccellenza Sicilia 2013-2014, sicché nell’estate del 2014 la società è rinata con l’odierna denominazione, acquisendo anche lo storico logo dell’Acireale e  ripartendo dall’Eccellenza Sicilia 2014-2015.

ROSA ATTUALE
Portieri: Christian Biondi ’98, Alessandro Pappalardo ’98
Difensori: Vincenzo Chiochia, Raffaele Gambuzza, Benedetto Dadone ’98, Marco Iannò ’00, Fabio Campanaro
Centrocampisti: Gabriele Talotta ’99, Giuseppe Cavarra ’99, Damiano Lentini ’99,  Gabriele Aprile, Antonino Tramonte ’98, Giuseppe Russo,  Vito Praticò ’99
Attaccanti: Mattia Leotta, Carmelo Bellomonte ’99, Aurelio Rausi ’00, Giuseppe Madonia, Giuseppe Savonarola, Matteo Manfrè ’99, Salvatore Manfrellotti

IL TABELLINO:

TROINA: Zummo; Carbone, Bonfini (69′ Lombardo), Saba, Pantò  (72′ Lo Cascio), Procida (61′ Ruano), Boscaglia, Moudoumbou, Musso (65′ Sidibe), Piyuka (94′ Ferreira), Adeyemo. A disp.: Salluzzo, Daqoune, Gomes, Zappalà. All. Boncore.

ACIREALE: Biondi; Campanaro, Iannò, Tramonte, Chiochia (61′ Leotta), Gambuzza, Savanarola, Talotta (77′ Manfrè), Manfrellotti, Madonia, Bellomonte (61′ Di Pasquale). A disp.: Pappalardo, Praticò, Dadone, Grassi, Lentini. All. Breve.

ARBITRO: Milone di Taurianova (Bartoluccio-Celestino).

MARCATORI: 36′ Piyuka, 44′ Moudoumbou, 45’+1 Campanaro.

NOTE: ammoniti Boscaglia, Talotta, Saba, Savanarola, Procida. Espulso al 53′ Iannò.

TIFOSERIA

La tifoseria acese è composta da tre diversi settori di tifo, il più rappresentativo è la curva sud dove trovano sistemazione tre gruppi ultras: Passione e Mentalità, costituito il 23 marzo 2003, Brigata Anonima e Boys. La tribuna centrale ospita invece il gruppo ultras Seguaci Granata mentre nella curva nord c’è il gruppo Vecchio Cuore Granata, nato nel 1993.
Nonostante la lontananza dai campionati professionistici sono rimasti intatti per sostenere la propria squadra.
Un altro gruppo portante della tifoseria acese erano i Viking 99, con sede nella vicina Aci Catena, scioltosi però nel 2009, dopo dieci anni di attività.
Gemellaggi e rivalità
La tifoseria dell’Acireale è gemellata con quella campana del Savoia. Amicizie, inoltre, sussistono con i tifosi del Potenza, della Reggina, del Benevento, del Milazzo, del Vittoria, del Modica e dell’Ostuni.
Le rivalità più sentite sono quelle con Gela, Messina, Siracusa, Catania, Paternò, Leonzio, Giarre, Atletico Catania e Battipagliese. Rivalità di tono minore anche con le tifoserie di Trapani, Marsala, Ragusa, Igea Virtus, Catanzaro, Perugia, Nissa.

[ad code=1 align=center]

[ad code=2 align=center]

Leave a Reply