post

L’EDITORIALE: arriva il primo successo, ma anche l’ennesimo regalo della vecchia gestione

La Nocerina è riuscita a trovare il suo primo successo in questo campionato grazie all’1-0 di misura al San Francesco contro il Città di Messina. A livello societario, però, sono arrivate altre vertenze, questa volta con cifre economiche importanti. Iovino è in procinto di lasciare la dirigenza

GRANDE NOCERINA E GRANDE GRUPPO. Il successo contro il Città di Messina è un premio a lavoro di squadra che stanno facendo i ragazzi coadiuvati dal duo Viscido-Chiancone. I ragazzi, grazie ad una rete di Ruggiero, hanno meritato di vincere questa gara, disputando, questa volta, in entrambi i tempi una grande partita. Compatti, grintosi e anche qualche bella giocata.

COMPLIMENTI AI SUBENTRATI. Va anche dato atto a chi, ieri, è subentrato durante il corso della gara. Il primo è stato Festa che, senza neanche riscaldarsi, ha dovuto prendere il posto ad inizio partita dell’infortunato Coulibaly. Una piacevole scoperta quella del giovane ’99 che ha disputato una partita veramente fantastica, andando anche vicino al gol. Bene anche gli altri che sono subentrati, a dimostrazione che questa squadra può contare su tanti elementi validi.

TRASCINATI DAI TIFOSI. E’ vero, rispetto alla prima in casa, c’erano meno tifosi, però i soliti innamorati non mancano mai. La curva ha sempre incitato questi ragazzi trascinandoli a questo primo successo. In un campionato di sacrifici può davvero essere l’arma in più, con la speranza di vedere sempre uno stadio più gremito.

ALTRO REGALO DALLA VECCHIA GESTIONE. Purtroppo, anche se oramai si sapeva da qualche giorno, sono arrivate altre vertenze e ne dovrebbero anche arrivare delle altre. Questa volta la cifra è davvero molto considerevole e si rischia seriamente di incombere a delle penalizzazioni. La cattiva gestione societaria delle passate stagioni sembra destinata a dare una mazzata importante al futuro del club.

IOVINO VERSO LE DIMISSIONI. Sembrerebbe che il responsabile legale Bruno Iovino, dopo queste altre nuove vertenze, sia sul procinto di dimettersi. Il dirigente molosso non è riuscito a coinvolgere l’imprenditoria locale e potrebbe lasciare con il futuro societario sempre più in bilico.

[ad code=2 align=center]

 

 

Leave a Reply