post

Prossimo avversario: il Portici di Mister Chianese

 

La Nocerina dopo la vittoria casalinga contro l’Igea Virtus, si appresta ad affrontare la prima di due partite consecutive fuori casa contro il Portici allenato da Mauro Chianese. 

L’anno scorso le due compagini si sono affrontate nel girone d’andata al San Francesco e nel girone di ritorno al “Vallefuoco” di Mugnano causa indisponibilità dello atadio dei napoletani e le due sfide hanno visto la Nocerina vittoriosa per 1-0 in casa grazie ad un gol di Marsili, al ritorno terminò 1-1 nella partita arrivata alla ribalta nazionale per il gesto di fair play del mister del Portici ed ex rossonero Vincenzo Maiuri  che dopo il gol del vantaggio dei suoi a squadra ferma, ordinò ai suoi calciatori di far pareggiare la Nocerina per risistemare il risultato”. 

I colori sociali del Portici sono l’azzurro e il bianco, lo stadio è il comunale “San Ciro” che ha una capienza effettiva di 7580 posti.

I biancoazzurri hanno totalizzato 11 punti nel girone I 2018/2019 frutto di 3 vittorie, 2 pareggi e 2 sconfitte realizzando 10 reti, 9 delle quali portano la firma di Gennaro Sorrentino miglior marcatore del girone subendone 11.

STORIA

L’A.S.S. Portici nacque nel 1906 su iniziativa del giovane Alberto De Biasio, che impostò la nascente società come polisportiva, attiva principalmente in ciclismo, podismo, atletica leggera e nuoto. La sezione calcistica cui la società legherà definitivamente il suo nome nacque intorno al 1910 e per i primi anni si dedicò ad attività prevalentemente amichevoli. La squadra disputava le sue partite casalinghe in un campetto talmente dissestato da esser soprannominato “‘a’ rattacasa”. La prima gara ufficiale fu disputata sul campo dell’Internazionale di Agnano contro la S.C. Italia e terminò con la vittoria per 1 – 0. Il primo 11 storico biancazzurro: Ferraiolo, Cassinis, Dell’Orto, Scarano, Papaleo, Persico, Rossi II, Pompameo, Rossi I, Bianchi e Rossi III.

Ben più importanti successi venivano mietuti in campo podistico – uno su tutti la vittoria di Giulio Visconti a Carmagnola (TO) il 18 luglio 1913 – ed in campo ciclistico. Una menzione particolare per tale sport va dedicata a Ezio Ascione, vincitore della gara Costa d’Amalfi (1910), della Coppa Cioffi (1911) nonché della tappa San Pedro-Rosario e del Gran Premio della Reaccion del Rosario in Argentina (1913): infaticabile scalatore, atleta formidabile, era dotato di un’accelerazione bruciante in rettilineo. Ezio Ascione abbinava l’intensa attività sportiva a una sua passione, forse ancora più forte: le donne. Sfruttando la stazza e il suo innegabile fascino, ebbe numerosissime amanti, sia in Italia sia in Argentina. Comunque, l’esplodere della Prima guerra mondiale porterà a quattro anni di inattività.

ROSA ATTUALE

Portieri: Francesco Marone 99′, Gabriele Antico 99′,

Difensori: Giuseppe Billi 99′, Giuseppe Lembo 99′, Dembel Sall, Roberto Cardinale, Aniello Cretella 95′, Francesco Massa 01′, Ciro Fantasma 99′, Salvatore Salimbè 01′, Ciro Rosolino 00′, Omar Boussaada 99′

Centrocampisti: Nicolas Grieco 99′, Francesco Panico 99′, Guglielmo Pacilli 01′, Vincenzo Imbimbo 00′, Giovanni Nappo 96′, Vincenzo Marzano 96′, Raoul Vaccaro 96′, Federico Cappelli 98′, Simone La Torre, Ciro Spedaliere 00′

Attaccanti: Davide Romani 00′, Francesco Felleca 98′, Giuseppe Onda 98′, Nevio Carrafiello 99′, Gennaro Sorrentino, Ciro Coratella 99′, Antonio D’angelo 98′, Riccardo Conte 99′

11 TITOLARE DELL’ULTIMO INCONTRO:

script async src="https://pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js?client=ca-pub-8161247221587928" crossorigin="anonymous">

TIFOSERIA:

È attivo il gruppo ultras Prima Linea a partire dal 2015. Altri gruppi del passato sono i Fedayn (nati nel 1987), la Brigata Moretti (1998), gli Skins, la Brigata, le Teste Sballate, laMinoranza Rumorosa e gli Old Fans Portici 1906 (2009).

[ad code=1 align=center]

 

[ad code=2 align=center]

 

 

 

 

 

Leave a Reply