post

CHIANESE: “La Nocerina grande squadra. Siamo una squadra giovane che sta facendo bene”

Abbiamo intervistato alla vigilia di Portici-Nocerina l’allenatore dei biancazzurri mister Mauro Chianese,  queste le sue dichiarazioni:

Mister, che gara si aspetta domenica contro la Nocerina?
“Sicuramente mi aspetto una gara difficile, con due squadre che fanno del loro gioco la propria arma. Loro hanno fatto tanti punti in classifica e questo significa che stanno più che bene, ho allenato le giovanili della Nocerina quando era in serie B per cui ci tengo e seguo le dinamiche dei rossoneri, era impensabile pensare che non sarebbe potuta essere  ai nastri di partenza quest’anno. Quando ci sono difficoltà così si sente il peso e l’importanza della maglia e vengono fuori stagioni così. La mia è una squadra giovane che nonostante i ritardi di preparazione ed i tanti problemi fisiologici di una squadra, viene da una serie di vittorie positive.

Come sta preparando questo derby?
La sto preparando come si preparano tutte le partite, che sia la Nocerina o altre squadre: quando hai una squadra giovane devi curare tutti i dettagli. Stiamo lavorando molto sul piano fisico-tattico”

Secondo lei la Nocerina è stimolata anche dai problemi societari?
“Si sicuramente, ripeto, è importante il discorso motivazionale: quella della Nocerina è una maglia importante, chi la indossa si fa prendere dall’entusiasmo e molte cose vengono più facili, senza dimenticare assolutamente la guida del dt Chiancone e mister Viscido, figure importantissime”

Il calciatore della Nocerina che teme di più?
“Ma guardi io non voglio sminuire l’organico e non voglio essere retorico, ma è la squadra che fa la differenza, il gruppo: non è giusto indicare uno piuttosto che l’altro”
Permettimi un pensiero per un mio ex dirigente ed accompagnatore, Rino Del Monte: è stata una persona che per la Nocerina ha dato tanto e nell’anno in cui sono stato a Nocera mi ha aiutato tantissimo, mi dispiace non averlo potuto incontrare ancora, vista la sua scomparsa a pochi giorni dalla partita contro di noi. Ci tengo a ricordarlo e sono vicino alla famiglia che ha perso un grande uomo, prima che un grande dirigente.

Leave a Reply