post

L’Editoriale: comincia il campionato. Tutti al San Francesco

Spread the love

Ebbene si, dopo questi mesi in cui si è parlato di acquisti, cessioni, ambizioni e delusioni dei tifosi, da domenica finalmente comincia il calcio vero, quello in cui la posta in palio sono i tre punti e il miglioramento in classifica.

Tutti noi speravamo di avere un progetto più ambizioso in cui si parlava di ripescaggio o di vittoria del campionato e, invece, la realtà è un progetto di una società e di un anno che possiamo chiamare “zero” in quanto è l’inizio di una programmazione pluriennale, dopo che lo scorso anno abbiamo rischiato di scomparire; il merito del presidente Maiorino è stato quello di aver creduto nel suo programma societario e, in questi primi mesi di presidenza, ha dovuto sobbarcarsi l’incombenza monetaria di ben due anni calcistici ed è riuscito fino ad onorarli tutti.

La programmazione di quest’anno è iniziata con i migliori auspici, è stato preso un allenatore che ha avuto un passato in serie B, c’è una maggiore chiarezza da parte del presidente in quanto ha dichiarato onestamente, durante la presentazione dell’allenatore Di Costanzo,  quali erano le problematiche societarie e le ambizioni per quest’annata calcistica. Ora la società  aspetta una risposta dai tifosi della Nocerina i quali sono stati sempre sensibili al richiamo dei colori rossoneri e che non faranno mancare la loro presenza e il loro incoraggiamento  sugli spalti del San Francesco.

In queste due partite di Coppa Italia la Nocerina non è dispiaciuta nonostante una preparazione che è stata cambiata, in quanto non era previsto il turno del 18 Agosto (si è  dovuto giocare dopo la defezione dell’iscrizione al campionato di serie D del Gela) ma, la Nocerina, si è comportata bene in campo mostrando un gioco ordinato già con delle idee tattiche ben precise. Anche ieri contro il Portici (squadra già collaudata in quanto l’anno scorso si è piazzata al quarto posto nel campionato di serie D ed ha confermato quasi l’intera rosa immettendo calciatori di valore nella stessa), ha dimostrato di non subire l’avversario e ha mostrato un gioco efficace riuscendo a tenere testa alla squadra napoletana facendola soffrire fino a quando in campo si è giocato undici contro undici (l’espulsione di Di Lollo è sembrata eccessiva e davvero generosa per la squadra del Portici). C’è da notare che fino ad ora la Nocerina non ha potuto schierare nel reparto avanzato un calciatore come  Tshibamba  (con un passato in serie A sia olandese che polacca e  che vanta presenze in Europa League e un goal al Manchester City) perché ha avuto un infortunio durante la preparazione e si spera di recuperarlo proprio nella prima giornata di campionato. Altresì la squadra rossonera non ha potuto schierare l’altro attaccante, Lava,  in quanto non è ancora arrivato il transfert dal Costarica e si spera che in questa settimana finalmente riesca ad arrivare il consenso da parte della Lega Nazionale Dilettanti così da poterlo finalmente schierare in campo.

Un difetto di  questa società è quello di non avere un organizzazione societaria nei rapporti verso l’esterno e con le testate giornalistiche, ma siamo sicuri che si migliorerà anche in ciò e non ci resta che gridare sempre più forte Forza Molossi, in quanto un’altra avventura ci aspetta quest’anno.

[ad code=1 align=center]

[ad code=2 align=center]


Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *