post

Questa è la storia che mai finirà! Auguri Nocerina nostra

Centodieci! No, non è un limite di velocità, ma una meravigliosa storia secolare.

Sì, perché da quel Primo febbraio 1910 nella piazzetta dell’allora via Quartiere (oggi piazzetta Cianciullo), nacque qualcosa che per i nocerini è divenuto viscerale: quel giorno un gruppo di gentlemen, capeggiati da un nobile ufficiale nocerino (ma di Mantova) ha dato vita ad un nuovo capitolo della storia cittadina.
Una storia fatta di gioie, vittorie, sacrifici, lacrime e, purtroppo, anche molti dolori. Una storia che è stata la prima del comprensorio, e scusateci se altrove si festeggiano a malapena novanta o cento anni, ma a noi piace esser pionieri. Grazie a tutti coloro che hanno dato sudore, tempo, passione, per chi ha stabilito record, per chi ha infuocato le curve, per chi tante volte l’ha voluta salvare, per chi ha dedicato (letteralmente) tutta la propria vita, per chi ci ha sempre creduto, per chi nonostante tutto gira ovunque per lo stivale ed ama ancora quei due colori…già il rosso ed il nero, grazie anche a chi ha scelto questi due colori, grazie al cronista partenopeo che, inconsapevolmente, attribuì l’inossidabile appellativo di “Molossi”, forse ignorando che nel sangue dei nocerini, gli stessi che resistettero al temibile Annibale, scorreva proprio il sangue di quella leggendaria popolazione. Infine grazie a te, Carlo Cattapani, casollese d’eccellenza, ma cittadino del mondo. Grazie “don Carletto” per farci emozionare da oltre un secolo e grazie per farci raccontare ancora questa storia di 110 anni fa, questa storia che mai finirà!

[ad code=1 align=center]
[ad code=2 align=center]

666070cookie-checkQuesta è la storia che mai finirà! Auguri Nocerina nostra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *