post

Caro presidente, scusi il disturbo…

“Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po’…” Cominciava così la canzone dell’immenso Lucio Dalla e comincia così la nostra risposta al comunicato di ieri sera del numero uno della Nocerina

Caro Presidente, non si deve stupire se ci permettiamo di dissentire da un piano di lenta eutanasia della Nostra Squadra, la Squadra che Amiamo; e dico Nostra perchè la Nocerina è patrimonio dei suoi Tifosi e di tutto il Calcio Italiano: siamo Noi ad essere offesi con Lei e non viceversa. Non capisce che continuando su questa linea sta solo facendo il male della Nocerina e dei suoi tifosi ? Nell’ultimo periodo, vedendo lo “spettacolo” offerto, non ci dormiamo la notte, così come tanti altri malati del bicolore molosso. Leggendo le parole del comunicato di ieri abbiamo avuto molte perplessità, in primis quando dice che la “nostra amata Nocerina”, perché ormai la Nocerina non è più nostra ma “sua” e ne sono la dimostrazione le porte chiuse per gli allenamenti durante la settimana a Sarno ed una mancanza notevole della comunicazione durante l’arco della settimana e da qualche domenica anche per la nostra redazione (in zona mista non si presenta nessun tesserato dopo la gara persa a Bitonto), cose che un tempo erano la prassi ed hanno aiutato a superare molti problemi, ma che oggi sono affidate alle decisioni di persone prive delle competenze necessarie per fare il bene del club molosso. Perché non vengono promosse più iniziative con le scuole delle due Nocera per far avvicinare i più piccoli a questi colori e perché non si abbassano i prezzi per invogliare tutti a venire allo stadio? Il risultato oggi è che il pubblico di fede molossa non viene più allo stadio perché è stanco di essere preso in giro. Ha fatto ciò che era nelle tue possibilità ripianando i debiti e si è assunto tutte le responsabilità chiedendoci scusa e su questo gliene diamo merito, ma affermare che si sta avendo rispetto della storia ultracentenaria della Nocerina e di essersi affidati a persone del mestiere lo riteniamo alquanto inopportuno poiché durante questa stagione stiamo subendo solo mortificazioni su ogni campo con risultati alquanto discutibili. Tutto questo lo riteniamo frutto di scelte scellerate e di dichiarazioni inopportune (nel post gara con la Gelbison è stato dichiarato che non si puntava più alla salvezza ma a qualcosa in più, ma cosa? alla retrocessione?). Ora ci interroghiamo sul come si può chiedere, arrivati a questo punto della stagione (non era meglio parlare chiaro dall’inizio senza fare inutili proclami?), un aiuto ai tifosi se ogni domenica si assiste a spettacoli indecorosi per la nostra maglia e veniamo mortificati, se manca la chiarezza sulla situazione societaria e se chi dice che ama questi colori non prende provvedimenti continuando ad adottare una linea che ci porterà ad un’amara retrocessione? Mediti caro Presidente, per il bene della Nocerina faccia qualcosa per dare una scossa, altrimenti a fine stagione saremo qui a parlare (forse) su come programmare il prossimo campionato … di Eccellenza!!! Nessuno intende negarle un sentito ringraziamento, ma se non ha la forza e la determinazione , la preghiamo di farsi da parte e lasciare ad altri l’onere e l’onore di riportare la Nocerina dove merita di stare.

[ad code=1 align=center]

[ad code=2 align=center]

 

674790cookie-checkCaro presidente, scusi il disturbo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *