post

Anche la Nocerina ha avuto il suo Lorenzo il Magnifico

Lorenzo Battaglia nato a Bari il 23 aprile 1968 è stato uno di quei calciatori che a vederlo giocare te ne innamoravi subito. Lorenzo era un calciatore dotato di grande tecnica e creatività, non è mai riuscito a mantenere tutte le premesse, è stato uno dei migliori giocatori arrivati a calcare il palcoscenico del “San Francesco”.

Numero dieci di grande classe ed inventiva a cui piaceva segnare e fare segnare. Battaglia ha vestito la maglia molossa dal 1995 al 1999, salvo una breve interruzione nella stagione 97-98 che lo ha visto vestire la maglia del Genoa in serie B. ». La sua storia lo ha sempre visto arrivare a un passo dal firmamento, salvo poi ripartire da zero per via di infortuni, incomprensioni, scelte sbagliate, fra dribbling e ripartenze che hanno sempre ammaliato i tifosi.

Uno dei gol più belli di Lorenzo Battaglia in rossonero è stato siglato il 17 settembre 1995 alla quarta giornata del campionato di C1. Nella stagione calcistica 1995/1996 i molossi avevano appena vinto il campionato di C2 ed erano tornati  in terza serie a sette anni dal fallimento. Il campionato era iniziato con una sconfitta a Gualdo Tadino, un pareggio in casa con l’Ascoli e la vittoria casalinga sulla Lodigiani. Ora toccava al Lecce.

Il Lecce era una squadra di un’altra categoria. In porta c’era Lorieri, ex della Roma; in difesa Bacci e Sevidei, quest’ultimo l’anno prima aveva militato con il Padova in serie A. A centrocampo c’era Cucciari con trascorsi nel Modena, che era coadiuvato a centrocampo dall’esperto Zanoncelli e da Mazzeo che proveniva dal Perugia in serie B. In attacco vi erano due autentici bomber per la categoria: Francioso e Palmieri.

I tifosi della Nocerina (circa settecento) si facevano sentire e vedere nel loro settore, poco prima dell’inizio della partita c’erano state delle scaramucce con i tifosi del Lecce. Al quinto minuto la rimessa in gioco, poco oltre la metà campo, fu battuta lunghissima e Battaglia sbagliò il controllo del pallone consegnando la sfera a Dondoni. Ma anche il retropassaggio di testa del calciatore del Lecce fu avventato. La sfera tornò dalle parti di Lorenzo, dopo un controllo di petto, mise la palla a terra. Battaglia si dirige verso l’area di rigore, punta Zanoncelli e, sinistro-destro, lo mette a terra. Bacci, da dietro prova a fermarlo in scivolata ma non ci riesce, Lorenzo è imprendibile e arriva al limite della linea di porta. Alza la testa, guarda Lorieri e lo beffa sul suo palo. Poi i padroni di casa pareggiarono con Palmieri e Francioso siglò due gol. Nella ripresa la Nocerina accorciò le distanze ma non servì a niente in quanto la partita terminò con la vittoria del Lecce per 3 a 2.

Fatto sta, che quel 27 settembre ho assistito a uno dei gol più belli di Lorenzo Battaglia. E’ vero Lorenzo il Magnifico ha segnato gol altrettanto belli anche a Nocera con il Gualdo e con l’Ancona, ad Ascoli e a Castellamare, il calciatore pugliese ha segnato dei gol importanti per i rossoneri. Battaglia è stato croce e delizia per i tifosi della Nocerina, ma sicuramente tutti noi tifosi lo ricorderemo come uno dei migliori calciatori che abbiano indossato la maglia rossonera

 

686010cookie-checkAnche la Nocerina ha avuto il suo Lorenzo il Magnifico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *