post

Cosa succederà in serie D dopo la decisione dell’assemblea delle società di serie C

Ieri pomeriggio la serie C attraverso l’assemblea delle varie società ha sancito le promozioni in B di Monza, Vicenza e Carpi, più il blocco delle retrocessioni e dei ripescaggi dalla Serie D. Naturalmente tutto ciò deve essere ratificato dal Consiglio Federale e non è una decisione definitiva.

A noi tifosi della Nocerina l’argomento non importa molto, non siamo in odore di serie C bensì siamo tra la serie D ed un ipotetico spareggio per rimanerci, questo almeno quello che recita la classifica al momento dello stop forzato. Il blocco delle retrocessioni e dei ripescaggi dalla Serie D ha scatenato le ira di chi, vedi il Foggia, già annusava di rientrare nel contesto dalla porta secondaria essendo ad oggi ad un punto di distanza in classifica dalla capolista Bitonto.

Sappiamo tutti noi che siamo in Italia certe prese di posizione cambiano un giorno sì ed un giorno sì per tale motivo mi domando: ma nel caso in cui non passasse la riforma come si andrebbero a colmare i posti vacanti dalla cancellazione dal panorama professionistico di alcune società ?

Negli anni scorsi in estate hanno issato bandiera bianca una media di cinque società nelle leghe inferiori, figuriamoci ora nel bel mezzo del caos che stiamo vivendo con questa sospensione dei campionati di serie C e serie D.

Qualunque decisione si andrà a prendere, è scontato, non potrà accontentare tutte le società, ma l’augurio è che sia la meno dolorosa dato che c’è in ballo il futuro di tanti presidenti e tesserati.

Una cosa, forse, l’hanno capita le società di serie C e serie D da questa pandemia: riempire d’oro i propri tesserati non ha proprio senso.

[themoneytizer id=”51153-1″]

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *