post

Tanti auguri a Giovanni Roccotelli, il re della Rabona

Oggi Giovanni Roccotelli compie gli anni, è nato a Bari il 14 maggio 1952, e sicuramente a Nocera lo ringraziamo per la sua abnegazione ai colori rossoneri e per le due splendide stagioni con i rossoneri in cui ha vinto un campionato di serie C2 nella stagione 1985/1986. Roccotelli viene ricordato dai tifosi della Nocerina per un movimento tecnico che solitamente usava durante la partita chiamato “Rabona”.





Un movimento che viene generalmente usato dai giocatori che non sono ambidestri quando si trovano col pallone sul piede debole è sicuramente l’arabona. Che cosa è l’arabona? E’ un movimento con cui si colpisce la palla spostando il piede che calcia dietro quello d’appoggio, incrociando cosi le gambe.
La prima storica rabona di cui si ha notizia ha una data ben precisa: il 19 settembre 1948. L’Estudiantes sta battendo per 2.0 il Rosario Central quando Ricardo “Beto” Infante si trova la palla sul sinistro e decide di incrociare le gambe per colpire di destro, il suo piede preferito: ne esce una giocata mai vista prima e il suo tiro dai 35 meri si insacca per il gol del definitivo 3-0.
Perché si chiama rabona? L’idea è che l’attaccante abbia compiuto un atto di ribellione incrociando il destro invece di colpire col mancino, come i bambini che saltano la scuola all’insaputa dei genitori.
Passano una trentina di anni e un altro giocatore ha la stessa idea di Infante: si tratta di un ala destra Giovanni Roccotelli, che chiamerà questo colpo “l’incrociata”. Ad inizio carriera Roccotelli vince lo scudetto con il Torino nel 1976, ma è chiuso dal grande Claudio Sala e gioca solo due partite in due anni. Trascorre gran parte della sua carriera in serie B in quadre del centro-sud.
Roccotelli la sua prima rabona la esibisce con la maglia del Cagliari contro la Spal al suo esordio nel campionato cadetto 1976-1977 contro la Spal: il suo è un cross dal fondo per Piero Paolo Virdis, ma l’attaccante sardo non arriva sul pallone. Da quel momento Roccotelli comincia ad usare in partita regolarmente la rabona.
Con la rabona Roccotelli segnò due gol nella sua carriera, il primo con la maglia dell’Ascoli, con un tiro dal limite dell’area contro il Brescia; ed il secondo su punizione dal mite dell’area con la maglia della Nocerina in un partita di Coppa Italia a Castellamare di Stabia.
Sicuramente noi tifosi della Nocerina abbiamo avuto il privilegio di potere vedere da vicino un “Arabona” di Roccotelli e non su una playstation e per questo gli saremo sempre grati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *