post

ESCLUSIVA,MAIORINO: “ L’obiettivo è formare una squadra competitiva a differenza degli anni precedenti. Ecco le nostre mosse “

Con l’ufficialità arrivata dal Consiglio Federale si è concluso il massimo campionato dilettantistico . Quindi nessuna ripresa del campionato è stata ufficializzata ed è stata redatta la classifica finale che ha sancito la salvezza dei molossi. La Nocerina ha subito incominciato a organizzare il futuro campionato e ai nostri microfoni il presidente Paolo Maiorino ci racconta quali saranno i programmi futuri del sodalizio rossonero, senza dimenticare come e da dove è iniziato il suo percorso alla guida dei molossi:

Per  quanto riguarda il prossimo campionato ho già detto in più occasioni che intendo formare una squadra competitiva che sia protagonista per il prossimo campionato a differenza degli anni precedenti – ha esordito il presidente della Nocerina- . Questo è il mio primo obiettivo per questa stagione. Nella stagione appena conclusa la salvezza che è arrivata con la decisione del Consiglio Federale è stata benvoluta, anche se analizzando la rosa sicuramente era organizzata per poter arrivare allo stesso risultato, di questo ne sono convinto  e ne sono certo. Sicuramente anche perché i risultati nelle ultime giornate si stavano intravedendo  “

IL FUTURO

In questi giorni noi partiamo dalla ferma decisione che il capitano Cavallaro appena conseguirà il patentino sarà  il nuovo allenatore della Nocerina

Presidente l’anno scorso nell’organigramma della Nocerina non era presente la figura professionale del direttore sportivo, in questo periodo invece sono circolati i nomi di Bolzan e Avati, ci può essere qualcosa di concreto oppure le sue idee sono altre?

“No in questi giorni ho avuto vari colloqui con molti direttori sportivi tra l’altro anche con Antonio Gravinese e qualcun altro, ma sto ancora valutando il nome più idoneo per ricoprire il ruolo di direttore sportivo. Penso che nel giro di qualche giorno valuterò chi potrebbe essere la figura più idonea in questo momento e sicuramente renderò pubblico il cognome del nuovo direttore sportivo.

HO DOVUTO COMBATTERE CONTRO I DEBITI PREGRESSI

Presidente abbiamo visto che questa pandemia ha comunque lasciato dei problemi innanzi tutto economici agli imprenditori, quanto tutto ciò condizionerà la Nocerina per il futuro?

“Per quanto riguarda la Nocerina le posso dire che nei confronti dei calciatori abbiamo assolto tutti i nostri obblighi pagando quanto è dovuto e tutti gli stipendi che competevano. Quindi tutti i calciatori hanno avuto il compenso che era dovuto. Per quanto riguarda i mesi della sospensione per la pandemia, alcuni calciatori hanno avuto accesso ai contributi dello stato. Posso affermare che per quanto riguarda la parte finanziaria riguardante la gestione dello scorso anno è stata completamente assolta dalla società. Quindi per tale motivo non ho nessun obbligo finanziario. Per quanto riguarda la pandemia influirà moltissimo sull’aspetto finanziario delle società di calcio in quanto chiaramente la situazione è molto delicata, nel senso che economicamente influirà sicuramente anche sulle società sportive, in quanto la crisi influirà su tutti i settori della società civile e quindi anche sulle squadre di calcio. Però è mia intenzione di affrontare queste difficoltà cercando di essere protagonista a differenza degli altri anni di questo campionato. “

Comunque presidente i tifosi della Nocerina le devono essere riconoscenti per i sacrifici economici che ha dovuto affrontare in questi anni

La ringrazio per questa riflessione perché molte persone non hanno ancora capito il grosso sacrificio che io ho fatto e che è dovuto soltanto dalla forte passione che ho nei confronti dei colori rossoneri, per cui la ringrazio che mi ha riconosciuto questi grossi sacrifici che io ho fatto . “

Presidente basta ricordare la Nocerina quando ha assunto l’onere di gestirla  in che condizioni versava, quindi penso che ci voglia del tempo per riportare la società dal fallimento ai vecchi fasti

Molte persone hanno dimenticato tutto ciò è stata una sfida con me stesso, ho sofferto tantissimo sia moralmente che economicamente. Ho avuto grosse sofferenze perché purtroppo vedevo che ero da solo e ho dovuto pensare solo alla sistemazione economica della società. Oggi posso dire che tutto è passato e adesso scendo in campo perché fino adesso dovevo lottare non con il campo ma con i problemi finanziari pregressi, ora posso dedicarmi completamente all’aspetto sportivo e non con la parte burocratica, amministrativa ed economica della società. Tutto ciò ormai è il passato ma ho dovuto sudare le cosiddette “Sette camice” ”

CONTINUERO’ AD OCCUPARMI DA SOLO DELLA NOCERINA

Presidente ci sono state persone che si sono proposte per affiancarla nella gestione della Nocerina o a subentrare?

“Io adesso sono determinato, sicuro e deciso di occuparmi della Nocerina da solo ho avuto tante chiacchiere e delusioni, ora non voglio ascoltare nessuno. Sono rimasto scottato e deluso ma ho avuto la forza di andare avanti da solo e andrò avanti da solo. Adesso se qualcuno mi vuole aiutare sono disponibile e lo ringrazio ma non ho fiducia più in nessuno perché di chiacchiere e di promesse ne ho avute tantissime, se avessi ascoltato tutte le promesse che mi hanno fatto ora la Nocerina sarebbe fallita. Ora la tempesta è passata e la Nocerina veleggia in un mare più tranquillo e sono sicuro di portare la società al traguardo che mi ero prefisso

 

692140cookie-checkESCLUSIVA,MAIORINO: “ L’obiettivo è formare una squadra competitiva a differenza degli anni precedenti. Ecco le nostre mosse “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *