post

CAPPA a NL: “Scelto la Nocerina per la piazza e per riportarla dove merita. Dove devo migliorare? Con i piedi”

Abbiamo intervistato il neo portiere rossonero Mario Cappa. Di seguito le sue parole durante la nostra trasmissione Nocerina Summer Live.

Mario raccontaci la tua carriera e quali sono le tue caratteristiche?

“Ho cominciato ad Ischia dove ho giocato negli allievi, poi ho proseguito nell’Under 17 dell’Avellino e Mister Cioffi mi promosse in primavera dopo una partita disputata con l’Under 17 . Ho continuato con la Primavera fino a novembre e iniziai ad allenarmi in prima squadra con l’Avellino in B dove fui convocato per la partita Carpi-Avellino. Successivamente andai a pagani dove disputai  un anno di Berretti e uno in Prima Squadra per poi andare a dicembre al Cerignola in Serie D, dove giocai solo contro il Taranto. Quest’anno, invece, ho giocato l’intera stagione al Cerignola”.

Tante squadre ti hanno cercato, perché hai scelto la Nocerina e quali sono i progetti per la prossima stagione?

“Tante squadre mi hanno contattato, sono qui a Nocera per il valore della piazza che è importantissimo. Non merita la posizione in classifica di quest’anno, il progetto è quello di riportare la Nocerina dove merita, ridare l’importanze a questa società storica”.

Quali sono le ambizioni della squadra e tue personali e che tipo di squadra ti aspetti?

“Le mie ambizioni sono quelle di vincere il campionato oppure disputare un campionato importante personalmente. Per la squadra mi aspetto che sia giovane, ma che lotti e si impegni, non saremo una squadra che passerà inosservata”.

Che impressione ti ha fatto la società?

“Ho incontrato il presidente e il direttore, la prima chiamata l’ho avuta dal direttore (Bolzan n.d.r) per il mercato, è una persona professionale e molto brava, ho avuto un’ottima impressione sia sua che del presidente, persone molto garbate, diciamo perfette.”

Se dovessimo essere confermati nel girone H bisogna aspettarsi grandi squadre con grandi giocatori e pubblico, è questa la differenza col girone I?

“Il girone H è uno dei più ostici in serie D: è il più difficile, anche la squadra che lotta per la salvezza è costruita molto bene e ti mette in difficoltà che sia in casa o in trasferta. Altri gironi possono essere più abbordabili, le squadre che lottano per la salvezza saranno più semplici da affrontare rispetto al girone H che è il più difficile”.

In cosa deve migliorare Cappa nel suo ruolo?

“Devo migliorare in tutto, bisogna sempre migliorare. Dovrei migliorare con i piedi, nel calcio modero il portiere gioca spesso con i piedi come qualsiasi giocatore”.

C’è stato il covid, ti sei allenato durante la quarantena e se stai continuando ad allenarti?

“Mi sono allenato anche a campionato interrotto, ho continuato a farlo anche durante il lockdown, sarà strano ripartire. I tifosi non ci saranno e se ci fosse sarebbe limitato, non gioco da sei mesi e sarà molto dura, ma lo sarà per tutti”.

Perché il Cerignola non ha vinto il campionato lo scorso anno?

“Lo scorso anno è stato particolare a Cerignola, abbiamo iniziato giocando ogni tre giorni ed è complicato, non abbiamo avuto continuità nei risultati e all’inizio stavamo zoppicando. Il Cerignola aveva già dichiarato l’obbiettivo e dovevamo vincere, con l’arrivo di Mister Feola tutto è cambiato. Se avessimo continuato il campionato probabilmente l’avremmo vinto”.

Che ambiente ti aspetti a Nocera quest’anno?

“I tifosi sono arrabbiati, per questi due anni molto brutti. Spero di trovare un ambiente tranquillo e speriamo di avere il sostegno dei tifosi in tutto. Il campionato può andare bene quando si ha un gruppo unito e i tifosi ti sostengono sempre”.

Conoscevi già qualche under che è arrivato quest’anno?

“Ho conosciuto personalmente Vecchione, ha giocato ad Ischia con me ed è un’ottimo giocatore. Ho giocato contro Volzone e ho avuto un’ottima impressione. Su Prevete mi sono informato e ho saputo che  ha giocato un ottimo campionato in Eccellenza, come under siamo tutti ottimi acquisti”.

Secondo te è giusta questa regola under oppure andrebbe modificata o abolita che ne pensi? 

“Penso che molti la pensano cosi, i forti giocano lo stesso.  I 2000 sono classificati come under ma, chi ha giocato già per un paio d’anni come me, lo puoi classificare come over. Per me questa regola è sbagliata, in campo siamo tutti uguali e abbiamo tutti la stessa responsabilità, poi quelli grandi hanno un po’ di responsabilità in più anche per l’esperienza che hanno”.

Il campionato è terminato a Febbraio, in che condizioni si presenterà Cappa al raduno della Nocerina?

“Sono in forma, sto cercando di allenarmi tra i pali è difficile in questo periodo, sto cercando di farmi trovare pronto al ritiro”.

Hai saputo qualcosa in più del raduno?

“Dovrebbe svolgersi il dieci o il diciassette agosto devono ancora confermare”.

[ad code=1 align=center]

[ad code=2 align=center]

701490cookie-checkCAPPA a NL: “Scelto la Nocerina per la piazza e per riportarla dove merita. Dove devo migliorare? Con i piedi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *