post

Gli acquisti e le trattative del 03/08/2020 in serie D

E’ giunta al termine un’altra giornata ricca di notizie. Di seguito le più importanti

 

SERIE D GIRONE A

 

Bra: A porte rigorosamente chiuse questa mattina, alle 9:00, si è radunato il nuovo Bra in vista della stagione 2020/2021 per iniziare il pre-campionato. All’Attilio Bravi, prima dell’allenamento, il responsabile dell’area sanitaria-massofisioterapista giallorosso Francesco Ghibaudo ha gestito le operazioni come da protocollo anti Coronavirus: sanificazione delle mani, consegna della nuova mascherina societaria (griffata Tallone Sport), rilevazione della temperatura corporea, firma dell’autocertificazione e del registro di presenza.Ad accogliere i calciatori: il presidente Giacomo Germanetti, il direttore sportivo Marco Moretti, il team manager Andrea Burdese, tutto lo staff tecnico coordinato dall’allenatore Fabrizio Daidola.Un’ora e mezza di lavoro sul sintetico a 11, tra lavori a reparti, corsa, esercizi specifici e prima partitella. Fino a venerdì la squadra lavorerà a Bra e poi si recherà a Chiusa Pesio per il ritiro (sempre a porte chiuse).I convocati al pre-campionato 2020-2021: Bosio, Bruno, Campagna, Capellupo, Cardore, Cuoco, Daqoune, Gaeta, Guerci, Marchisone, Merkaj, Olivero, Rossi, Saltarelli, Tos, Tuzza e i giovani Tabone, Magnaldi, Squillacioti, Dell’Anno, Marchisio, M. Giaccardi, S. Giaccardi, Gregori, Piazzolla.

 

Ghivizzano Borgo a Mozzano: Gheorghe Fomov, classe 2001, è un nuovo giocatore del Grosseto 1912. La firma è arrivata questo pomeriggio negli uffici del Centro Sportivo di Roselle. Il calciatore, esterno destro dotato di buona tecnica, proviene dal Ghivizzano Borgo dove lo scorso anno in serie D ha giocato 22 partite segnando 3 reti. È già a disposizione di mister Magrini per il pre ritiro ed è il primo rinforzo della società biancorossa.

 

Real Forte Querceto: La redazione della “Nazione” in un articolo, che pedissequamente riportiamo, ha effettuato una disamina del calciomercato della squadra toscana .A poche settimane dalla (proba­bile… ma non ancora certa al 100% viste le recenti affermazio­ni del presidente della Lnd Cosi­mo Sibilia) ripresa dell’attività sportiva, arrivano le interessanti dichiarazioni del vice-presiden­te del Reai Forte dei Marmi Quer­cetaAlessandro Mussi che, do­po esser stato per anni presiden­te della società (lasciando poi il ruolo ad Enrico Lenzi), ora di­venta anche amministratore de­legato del club. «La questione che per il momento preoccupa maggiormente è capire come ri­partirà la stagione dal punto di vista sanitario – dice Mussi – noi siamo pronti per ricominciare, ma preferiremmo farlo con il pubblico del “Necchi-Balloni“. Lo scopo del nostro calcio è far divertire sia noi sia gli appassio­nati che ci seguono: è proprio il loro sostegno a spingerci verso l’organizzazione delle attività ogni anno. Dunque l’auspicio è la riapertura dello stadio agli spettatori, chiaramente nel ri­spetto di tutte le normative vi­ genti, anche se siamo a cono­scenza delle difficoltà correlate e del fatto che. a oggi, la situa­zione non sia benaugurante». Sul suo nuovo ruolo da ammini­stratore delegato spiega: «Sono in stretto contatto con la pro­prietà e. considerati gli impegni lavorativi di Lenzi. da quest’an­no rivestirò anche un ruolo da coordinatore, perché la nostra società non vuol andare incon­tro a problematiche nel corso della stagione, nonostante la fi­siologica necessità di ridurre il budget a disposizione. A tal pro­ posito voglio fare i complimenti all’area tecnico-organizzativa in mano al ds Gabriele Ulivi e al dg Alessandro Donati per essere riusciti a mantenere ben saldo l’organico, dando continuità al progetto intorno alla fondamen­tale riconferma dell’allenatore Christian Amoroso». «La rosa è quasi ultimata – rive­la Mussi – stiamo solo lavorando a qualche tassello per completa­re la linea verde. Sui gironi inve­ce sapremo qualcosa in più nel­la prima settimana di settem­bre. Mi auguro l’allestimento di un girone che ci consenta di mi­nimizzare le spese per le trasfer­te, perché la situazione non è delle più rosee. Ecco allora che diventa fondamentale rilanciare il rapporto coi nostri sponsor e qui si inserisce la figura di Fabri­zio Del Pecchia. Desidero infine ringraziare il Comune di Forte dei Marmi, in particolare nelle fi­gure del sindaco Bruno Murzi e del consigliere delegato allo sport Alberto Mattugini, per il ri­levante contributo nei confronti della nostra attività, mettendoci a disposizione gli impianti e un’importante disponibilità».

 

Seravezze Pozzi: Il Seravezza Pozzi Calcio comunica l’inizio delle sedute di test atletici in vista della prossima stagione agonistica 20/21. La squadra si ritroverà lunedì 3 Agosto presso lo stadio Buon Riposo dove, in totale rispetto delle misure anti contagio, appronterà sedute di allenamento individuale suddivisa in 4 gruppi capitanati dai tecnici Vangioni, Martinelli, Balloni e Ranghetti. La società si è adoperata per attuare un adeguato protocollo di sicurezza anti-Covid con un rigido sistema di sanificazione, per garantire agli atleti e agli addetti ai lavoro un ambiente di lavoro sicuro.  Le sedute avverranno a porte chiuse come prevede la normativa.

 

SERIE D GIRONE C

 

Arzignano Valchiampo:  L’FC Arzignano Valchiampo comunica ufficialmente l’accordo raggiunto con il nuovo portiere: si tratta di Manuel Enzo.Originario di S. Donà di Piave, è un giovanissimo portiere nato il 28 giugno 2000 e arriva dal Legnago Salus (dove nell’ultima stagione prima dello stop aveva collezionato 26 presenze nel Campionato di Serie D), dove si è messo in mostra dopo essere cresciuto calcisticamente nel Settore Giovanile del Venezia, dove dopo sei stagioni ne è diventato il portiere della formazione Primavera.“A Legnago credo di aver fatto un ottimo campionato –spiega- e lì ci ho lasciato un pezzo di cuore. Ma quando una società come l’Arzignano ti chiama, non puoi che rispondere presente! La società ha dimostrato di volermi fortemente, e sono venuto qui per il progetto che mi è stato illustrato, indipendentemente dalla categoria che andremo a fare. Mi ha colpito molto l’ambiente della società, perché mi ha fatto sentire apprezzato come giocatore e come uomo. Non ho ancora fatto molto nella mia carriera, ma qui tutti mi hanno dimostrato grande affetto e stima. Le aspettative sono alte, conosco l’ambiente e so che possiamo fare qualcosa di importante. Se sarà Lega Pro punteremo a mantenerci in categoria, se sarà Serie D punteremo a vincere al campionato. Spero che ci siano tanti tifosi allo stadio, perché vogliamo divertirci insieme: da adesso si pensa solo a farci trovare pronti all’inizio del campionato”. “E’ un estremo difensore molto strutturato (alto 193 cm ndr) –spiega il ds Mattia Serafiniche viene dalla Scuola Venezia e che nell’ultimo anno si è messo parecchio in mostra nel Legnago facendo molto bene e guadagnandosi la nomea di “para rigori”, neutralizzando tre tiri dal dischetto. E’ un portiere moderno, molto efficiente, che saprà senza dubbio farsi apprezzare anche ad Arzignano” A Manuel tutta la società intende rivolgere un grandissimo benvenuto in gialloceleste, e un grande in bocca al lupo per il campionato che lo aspetta, assieme ai suoi compagni.

 

SERIE D GIRONE D

 

Crema : Il Crema di mister Dossena ha il primo ingaggio ufficiale: si tratta del portiere Mirko Pennesi che in giornata ha firmato il contratto per la stagione 2020-2021 presso la sede di via Bottesini alla presenza del direttore generale Giulio Rossi. Dopo un ottimo ciclo con il Ponte San Pietro in Serie D, il portiere classe ’80 per 184 cm di altezza inizia con entusiasmo e determinazione l’avventura nerobianca. Mirko Pennesi ha dalla sua parte una lunga esperienza, maturata anche tra i professionisti con precedenti importanti nei campionati di C e B. Ma ecco che cosa ha detto il nuovo portiere del Crema: “Finalmente ci siamo. È il momento di riprendere con passione e serietà. Due elementi che per me sono fondamentali e che il Crema è in grado di offrire. Stimo molto il mister Andrea Dossena e la storia della società. L’ambiente è carico, ricco di stimoli, pronto alle sfide. E’ quello che stavo cercando e sono felice di essere qui. Non vedo l’ora di conoscere i mie compagni e di iniziare gli allenamenti. Darò il massimo. Credo nel lavoro, che non mi spaventa mai, e nella forza dello spogliatoio”.“Riteniamo – commenta il d.g. Rossidi avere scelto un portiere esperto ed affidabile in grado di coadiuvare una risa giovane e dare la giusta tranquillità a tutto il reparto”.

 

Desenzano Calvina: Domani 3 agosto 2020, sarà un giorno importante per il nuovo Desenzano Calvina visto che sarà dato ufficialmente il via alla stagione sportiva 2020/2021. Il gruppo, anche quest’anno diretto dal punto di vista tecnico da mister Michele Florindo, si ritroverà in mattinata per le viste mediche presso il Centro Panathleticon di Brescia (via Aldo Moro) e al pomeriggio alle ore 15 presso lo Stadio “Francesco Ghizzi – Tre Stelle” di via Giotto 104 a Desenzano del Garda. Il programma della preparazione, prevede una seduta di allenamento giornaliera dalle 16 alle 18 dal lunedì al venerdì. Il sabato e la domenica sono dedicati al riposo tranne per le giornate in cui sono programmate amichevoli o allenamenti congiunti con altre squadre.
Mister Florindo, sarà coadiuvato nel lavoro di preparazione all stagione di Serie D 2020/2021 dall’allenatore dei portieri Gianluca Rocelli, dal preparatore atletico Nicola Marini, dal fisioterapista Cristian Bodini e dal nutrizionista Mattia Broli. Confermati nello staff il Team Manager Diego Bandera ed il magazziniere Giuseppe Agostini.Di seguito i convocati per la prima fase della stagione calcistica 2020/2021.Portieri: Mattia Magri (2003), Gian Marco Sellitto (2002).Difensori: Michele Carraro (aggregato – 2001), Alessandro Chiari (1997), Nicolas Perrotta (2001), Marco Ruffini (1987), Domenico Sicilia (2002), Federico Sorbo (1991), Alessandro Turlini (2000), Alessandro Zanolla (2001).
Centrocampisti: Alessandro Cazzamalli (1979), Andrea Crema (1999), Andrea Franzoni (1997), Riccardo Palmieri (1995), Daniele Pellegrini (1999), Stefano Tosi (2003).Attaccanti: Marco Bettegazzi (2002), Stefano Franchi (1985), Mattia Mauri (1992), Giorgio Recino (1986). Durante la prima settimana di ritiro, la sede degli allenamenti è allo Stadio Ghizzi di Desenzano, in attesa dell’omologazione del nuovo campo in sintetico del Centro Sportivo Maraviglia di via Durighello a Rivoltella.

 

SERIE D GIRONE E

 

Aglianese: La redazione dell’Almanacco del Calcio Toscano in un articolo, che pedissequamente riportiamo, ha effettuato una disamina del calciomercato della squadra toscana. Ultima settimana di vacanza per l’Aglianese Calcio 1923, pronta a rimettersi in moto per la prossima stagione sportiva: la ripresa degli allenamenti è fissata per il giorno lunedì 10 agosto, per due settimane al piccolo trotto prima dell’inizio della preparazione vera e propria, in programma lunedì 24 agosto. «Finalmente torniamo alla normalità – dichiara il direttore generale neroverde Fabio Ciatti – non vedevamo l’ora di lasciarci alle spalle questo brutto periodo e tornare a parlare solo di calcio giocato. Da parte nostra abbiamo lavorato intensamente per presentarci al via con una squadra ancora più competitiva: l’Aglianese è una società ambiziosa ma il prossimo campionato sarà solo uno dei tanti step necessari per crescere secondo un progetto di lungo periodo. Al mister e alla squadra abbiamo chiesto un campionato senza affanni, nel quale lavorare sereni e divertirsi. Se devo indicare delle favorite, le più attrezzate della categoria sono certamente Prato, Gavorrano e Seravezza». Dopo la prima fase di campagna acquisti, nelle ultime settimane la società si è concentrata quasi esclusivamente sul parco giovani per completare la rosa degli effettivi a disposizione di mister Francesco Colombini. «Anche sotto questo profilo crediamo di aver lavorato bene – spiega Ciatti – molti dei ragazzi che avevano fatto bene nello scorso campionato sono stati confermati e a loro sono stati affiancati prospetti importanti. La società ha molto a cuore la valorizzazione dei talenti, la cessione di Chiti alla Fiorentina è solo l’ultimo esempio». Ecco i nuovi arrivi in “quota”: Filippo Ansaldi (portiere del 2002, in arrivo dal Piacenza), Niccolò Carcani (portiere 2002, dal Gavorrano), Francesco Soldani (centrocampista 2001, dal Pisa), Jacopo Gelli (difensore centrale 2001 dalla Fiorentina), Giacomo Gasco (difensore 2001, dal Genoa), Filippo Filieri (esterno 2003 dal Tau Calcio), Alessandro Duranti (esterno 2003 dal Tau Calcio), Francesco Miele (centrocampista 2000 dal Messina). Questi i confermati, sempre fra le “quote”: Alessio Gianneschi (difensore 2000), Gioele Zellini (difensore 2000), Michelangelo Nieri (attaccante 2001), Marco Collecchi (difensore 2001), Giuseppe Giannini (centrocampista 2000), Tommaso Giometti (difensore 2002), Antonio Oriti (attaccante 2002). Gli ultimi due ragazzi sono il prodotto della Juniores, che anche per la prossima stagione (semaforo verde lunedì 24 agosto) sarà allenata da mister Gianfranco Trupia mentre il responsabile sarà ancora Piero Morini. Tutti gli allenamenti (prima squadra e juniores) si svolgeranno ad Agliana. «Ringraziamo l’amministrazione comunale di Agliana che sta lavorando agli impianti per renderli disponibili e in piena efficienza – conclude il dirigente – l’auspicio è che tutto sia pronto per i giorni stabiliti».

 

Badesse: Il collettivo prima del singolo, un sponda di testa prima di una giocata fine a sè stessa. Stefano Castellani non è mai stato un attaccante da centro del palcoscenico. I gol li ha sempre fatti, ma se la squadra chiama, la gloria personale non è la priorità. Il bene del Badesse Calcio Lornano sì, e dopo tanti mesi di stop, ricominciare è l’unica cosa che conta.

Stefano, quali sono le sensazioni ora che inizia un nuova avventura?

“Dire sì alla chiamata del Badesse è stato semplice. Conoscevo Manganelli, perchè ho lavorato con lui a San Donato. Poi c’è stata la telefonata con mister Guarducci. Insomma, non vedo l’ora di tornare ad allemarmi”.

Sei rimasto colpito dalle sue parole. Che vi siete detti?

“Mi ha ricordato che ogni volta che lo ho affrontato, mi è sempre andata bene. Poi, ho avvertito la sua fiducia. Possono sembrare parole di circostanza, ma non è così. Sapere di arrivare in un ambiente nuovo e trovare una porta aperta, è un incentivo a dare il massimo sin da subito”.

Per chi come gli attaccanti vive di gol, non è stata anche più dura questa pausa?

“Per noi è difficile ogni volta che non si segna, quindi figuriamoci non giocare proprio. Le nostre prestazioni si misurano in base ai tabellini. Ci sono dei periodi dove giochi male, ma appena la sfiori, va dentro. E altri dove ti riesce tutto, ma non centri la porta. Perciò, per prima cosa torniamo in campo”.

Che giocatore sei?

“Non sono uno che fa vendere magliette, ma entra nel cuore dei tifosi. Vorrei segnare di più, ma se c’è da fare un contrasto o una corsa per un compagno, io ci sono. Non tirarsi indietro per me è tutto”.

Che rapporto vivi con il gol?

“Se dicessi che non conta, mentirei. Segno meno di quanto vorrei, ma questo non significa che non è importante. Solo che cerco di entrare in campo non pensando solo a quello. La fiducia in sé stessi non dipende solo dalle reti, altrimenti si rischia di diventare un peso per la squadra”.

Meglio un gol in una partita mediocre o una grande prestazione?

“I dirigenti che mi hanno seguito, mi hanno sempre redarguito per ciò. Però io non cambio la mia filosofia. Se gioco bene e la squadra vince, la settimana successiva inizia alla grande. Se la gloria è solo personale, forse non è lo sport giusto. L’attaccante deve essere egoista, ma a calcio si gioca in undici”.

Quali sono i tuoi obiettivi?

“Badesse per le ambizioni che dimostra, ti obbliga a spostare l’asticella in alto. Sappiamo che ci sono squadre forti, ma noi vogliamo dimostrare che pur essendo una neopromossa, non dobbiamo avere timori reverenziali. Quindi, parto con la ferma volontà di rendermi utile alla causa. In qualsiasi modo”.

Dopo tante piazza grandi, Badesse è una scelte differente. Perché?

“Con il tempo ho imparato che le affermazioni roboanti non portano punti. Nè tanto meno le spese a pioggia. Meglio la serietà di una società più piccola, che però sa far squadra non solo tra chi scende in campo. Sono convinto che qui il modello è quello e spero di ripetere l’esperienza di altri club meno quotati che però tra i Dilettanti hanno lasciato il segno”.

Allora, che messaggio vuoi mandare ai tifosi?

“Mi piacerebbe che si creasse un bel legame con loro. La stagione è lunga e al di là degli alti e dei bassi, saper di poter contare sempre sul loro sostegno, ti dà una marcia in più quando si entra in campo. Quindi, seguiteci e sosteneteci”.

 

Foligno: Il Foligno si scatena sul mercato e piazza un doppio colpo di quelli significativi. Il club umbro rinforza infatti la difesa con Roberto Dondoni (25), ex Avellino, e l’attacco con Antonio Broso (29), ex Reggiana e Ravenna che nella scorsa stagione ha indossato le casacche di Legnago Salus, prima, e Union Clodiense, poi. Due trattative chiuse brillantemente dal direttore sportivo Michele Cuccagna che ha anticipato, bruciandoli sul tempo, i club concorrenti che erano intessati ai due calciatori.

 

Foligno: La redazione del notiziario del calcio in un articolo, che pedissequamente riportiamo, ha effettuato una disamina del calciomercato della squadra umbra. Sul taccuino del club umbro c’è innanzitutto Francesco Marianeschi. Il trentenne centrocampista è l’obiettivo numero uno per rinforzare la mediana e per l’ex Pineto i tempi sembrano maturi per un ritorno in Umbria. Dovesse chiudersi questa trattativa l’attenzione si sposterebbe tutta sul reparto arretrato. Il tecnico Armillei ha chiesto alla società uno sforzo per arrivare ad ingaggiare altri due difensori centrali.

 

Monterosi: Primo giorno di scuola in casa Monterosi Fc. La società biancorossa, smaltita l’amarezza della passata stagione, riparte più forte e vogliosa di prima per una nuova stagione di serie D. Volti sorridenti quelli che abbiamo visto oggi pomeriggio al Marcello Martoni. Dopo cinque mesi d’inattività c’è tanta voglia di rituffarsi sul nuovo manto misto (naturale e sintetico). Dai confermati big Costantini, Buono, Piroli e Petti (in arrivo domani), gli altri under Angeli, Pellacani e Squerzanti fino ai nuovi Borrelli, Sivilla, Sowe, Marianelli, Camara, Salvato, Torelli, Iorio, Di Sotto, Zambrini, Palladino ed i vari ragazzi aggregati dalla juniores nazionale. Prima dell’allenamento è arrivato anche il presidente Luciano Capponi a dare un in bocca al lupo a tutto il gruppo per la nuova stagione. Carico anche il tecnico David D’Antoni al suo quarto anno (secondo consecutivo) alla guida del Monterosi Fc: “Sono stati dei mesi complicati e difficili per tutti quanti, la speranza è quella di aver messo alle spalle questa brutta situazione. Onore e merito al Grosseto ma non ci è stato concesso di dire la nostra fino alla fine. Non è colpa di nessuno, ripartiamo più carichi di prima con la voglia giocarci tutte le nostre chance”. Il tecnico del Monterosi ha fatto poi il punto sul gruppo che è stato allestito in queste prime quattro settimane di mercato: “Dopo il campionato scorso era d’obbligo per noi fare delle riflessioni. La voglia era quella di riconfermare gran parte della rosa perché quella che avevamo era una squadra costruita bene. Il mercato è sempre particolare, con qualcuno siamo riusciti a trovare l’accordo con altri no. Credo che abbiamo mantenuto l’ossatura e l’identità di questa squadra. I nuovi sono tanti, qualcuno lo conosciamo bene, altri li dovremo valutare in questo percorso che iniziamo oggi. Il mio compito in questo periodo sarà anche quello di capire che tipo di mercato abbiamo fatto”. Mercato che ha visto protagonista anche tante altre concorrenti. Il tecnico del Monterosi fa una panoramica su quello che sta si sta muovendo in giro con l’incertezza di quale raggruppamento vedrà protagonista il team biancorosso nella prossima stagione: “Sui gironi c’è sempre molto da parlare. Il toscano è bello, equilibrato e complicato. Quello laziale è sempre stato il nostro girone. Avrei piacere a rigiocarlo, non avrei nessun problema. Le squadre si sono mosse bene: Latina ha cambiato molto, Albalonga ha alzato l’asticella, Trastevere è da anni una certezza, Aprilia ha una società forte alle spalle e tenta sempre di fare cose positive ma tutte le laziali sono strutturate. Noi quest’anno partiremo a fari spenti senza i favori del pronostico ma sono certo che nascerà qualcosa d’importante”.

 

SERIE D GIRONE F

 

Atletico Terme : L’Atletico Terme Fiuggi e il Modena vanno avanti insieme verso il futuro. Più di una semplice affiliazione perchè il club rossoblù è il nuovo polo tecnico per il Centro Italia per la società gialloblu. Una scelta mirata a compiere un ulteriore e deciso passo verso l’ulteriore valorizzazione del settore giovanile fiuggino. L’accordo con il Modena sarà però anche occasione di crescita continua poiché da parte del club emiliano ci sarà una collaborazione costante nella formazione dei tecnici del vivaio rossoblù oltre all’organizzazione di Tornei ed eventi a cui le selezioni giovanile dell’Atletico Terme Fiuggi prenderanno parte. “Abbiamo scelto di sposare il progetto del Modena perchè è una società che investe realmente sul proprio futuro attraverso la valorizzazione del proprio settore giovanile e di quello delle sue affiliate. Non sarà un accordo esistente solo sulla carta – continua poi i dg rossoblù Massimo Chierchia ma ci sarà una collaborazione e un’interazione reale e costante. Siamo lieti di essere il punto di riferimento pere il Centro Italia e questo ci da ancora maggiori stimoli per continuare a migliorare il nostro settore giovanile per cui nel prossimo futuro non mancheranno novità ed iniziative per proseguire così il percorso di crescita già intrapreso”.

 

SERIE D GIRONE G

 

Aprilia: L’Aprilia sta definendo in questi minuti un altro colpo di mercato. Secondo quanto risulta alla redazione di NotiziarioCalcio.com, il club apriliano ha trovato l’accordo con l’attaccante, classe 1990, italo-argentino Tomas Pavone. Nativo di Tres Sargentos, nella periferia di Buenos Aires in Argentina, Pavone è un centravanti di 181 centimetri per 82 chilogrammi di peso, piede preferito il destro. In carriera ha vestito le maglie di Estudiantes del a Plata, River Plate, Sportsman, Biasca, Colòn e Lamadrid. In Italia ha giocato con Folgore Selinunte, Dolce Onorio ed Atletico Azzurra Colli (Eccellenza marchigiana) sua ultima esperienza calcistica.

 

Aprilia: Nel mirino ci sono altri due calciatori con cui sono già state avviate, secondo quanto risulta a NotiziarioCalcio.com, le trattative. Il primo è Andrea Casimirri, attaccante classe 1990, che nella scorsa stagione ha vestito le casacche di Albalonga Monterosi. Per lui si tratterebbe di un graditissimo ritorno visto che ha indossato, sempre in D, la maglia dell’Aprilia nella stagione 2017-2018, collezionando 31 presenze e ben 16 reti. Altro gradito ritorno sarebbe quello di un altro attaccante: Daniele Bosi. La scorsa stagione ha giocato con l’Albalonga ma nel biennio precedente proprio con l’Aprilia. Il classe 1991 vanta proprio con la casacca del club laziale la sua migliore stagione con 33 presenze e 18 reti nella stagione 2017-2018 in coppia, guarda caso, con lo stesso Casimirri. Filtra ottimismo per la chiusura di entrambe le trattative.

 

Aprilia: E’ iniziato da pochi minuti sul campo di Tor San Lorenzo il primo allenamento del nuovo anno sotto gli occhi attenti del Presidente Antonio Pezone che si è limitato a dire alla squadra ed allo staff: “Quest’anno non parlerò, voglio vedere solo fatti”. Concentrazione, determinazione e desiderio di far bene in vista della Serie D 2020/2021 che vedrà l’Aprilia ai nastri di partenza guidata dal riconfermato mister Fabio Fratena.  Chiaro il pensiero del dg Mario BiancolatteSiamo qui per dare il nostro contributo, facendo il massimo possibile. Il Presidente, come ogni anno, già ha fatto tutto, ora tocca a noi, ad ognuno di noi, dentro e fuori dal campo. Per essere protagonisti serve l’impegno, la costanza e la collaborazione di tutti. Diamoci da fare, oggi inizia quella che deve essere per noi una grande stagione”.

 

Vis Artena: La Vis Artena ha reso noto il nuovo allenatore per la categoria Under 15 (classe 2006). Andrea Ficorella. «Sono felice di aver sposato il progetto dell’Artena. Ho conosciuto i ragazzi e li ho visti motivati e con tanta voglia di imparare. Sono sicuro che insieme riusciremo a fare grandi cose. In questi ultimi giorni ho avuto modo più volte di confrontarmi con la società e ho capito che, come me, hanno a cuore la crescita dei ragazzi sia sul piano calcistico che umano. Siamo ansiosi di poter cominciare presto». Dal patron Sergio Di Cori, dal presidente Alfredo Bucci e da tutta la famiglia rossoverde un caloroso benvenuto e sempre forza Vis Artena.

 

SERIE D GIRONE H

 

Gravina: Al quarto anno con la FBC, è il fiore all’occhiello del settore giovanile giallobù degli ultimi anni. La FBC Gravina ha infatti comunicato il rinnovo del rapporto di lavoro con il centrocampista Christian Correnti. Prodotto della cantera gravinese, classe 2000, Correnti si appresta a disputare il quarto campionato con la maglia della FBC Gravina. Esploso nell’ultima stagione grazie alla sua spiccata dinamicità tattica oltre per le qualità tecniche, Correnti si aggiunge ai riconfermati Chiaradia, Ficara, Romeo e Vicino.

 

Polisportiva Santa Maria: La Polisportiva Santa Maria comincia a lavorare in vista della prossima stagione sportiva che prenderà il via il 20 settembre con la Coppa Italia. I giallorossi si ritroveranno mercoledì (5 agosto, ore 16.30), presso l’impianto “Antonio Carrano” di Santa Maria di Castellabate, agli ordini di mister Esposito, per cominciare la prima parte di preparazione. Capozzoli e compagni lavoreranno al “Carrano” dal 5 al 13 agosto, a giorni alterni, prima del ritiro vero e proprio che si svolgerà a San Gregorio Magno. I cilentani, infatti, si trasferiranno presso il Centro Sportivo Polifunzionale di San Gregorio Magno il 17 agosto dove resteranno fino al 30 agosto.

 

SERIE D GIRONE I

 

F.C. Messina:  Il Football Club Messina ha reso noto che per il pre-ritiro, previsto dal 3 al 13 agosto, sono trentadue i calciatori a disposizione di mister Ernesto Gabriele e dello staff giallorosso. Del gruppo faranno parte 20 calciatori già tesserati dal club del presidente Rocco Arena, e 12 atleti che verranno valutati nel corso della settimana in città. Le sessioni di allenamento si svolgeranno allo stadio “Giovanni Celeste” e prenderanno il via a partire dal pomeriggio di lunedì 3 agosto, a seguito dei test sierologici previsti per tutta la squadra e l’intero staff peloritano.Di seguito l’elenco completo:

Portieri: Francesco Marone, Giuseppe Bonasera, Domenico Carbonaro; In Prova Massimo Strino 2003, Simone Iacoponi 2001

Difensori: Riccardo Aprile, Max Rico Barnofsky, Francesco Casella, Matteo Fissore, Ivan Gnicewicz, Domenico Marchetti, Gabriele Quitadamo, Riccardo Ricossa; In Prova Vincenzo Puleo 2002, Vincenzo Miliziano 2002, Andrea Rizzo 2001

Centrocampisti: Papa Bamory Camara, Giovanni Giuffrida, Joaquin Guzman Rocchetti, Alessandro Marchetti, Pablo Ledesma, Thomas Gille; In Prova Javier Noguera Sanchez 2002, Tommaso Petrullo 2001, Vincenzo Vilella, Lucca Domanski 2002

Attaccanti: Paolo Carbonaro, Facundo Gabriel Coria, Lucas Dambros; In Prova Giovanni Daidola 2000, Mulere Norvin Mukiele 2001, Mike Kenny Ebui 1999

Il calciatore Pablo Ledesma, neo-arrivo in casa giallorossa, non sarà presente nei primi giorni di pre-ritiro. La società sta utilizzando tutte le proprie risorse per accelerare l’iter burocratico che al momento tiene bloccato in Argentina l’ex Catania, nazione fortemente colpita dall’emergenza COVID-19. Il FC Messina informa inoltre di aver rinnovato la propria collaborazione con il brand ZEUS SPORT, che per il secondo anno consecutivo sarà lo Sponsor Tecnico del club peloritano. Zeus dal 1999 è entrato a far parte del mondo sportivo. Un gruppo di giovani imprenditori di Torre Annunziata ha l’ambizione di conquistare i vertici del mondo calcistico e sportivo. Nel giro di vent’anni passano dalle forniture per attività amatoriale, all’esportazione in cinquanta Paesi nel mondo nei settori: teamwear, accessori e equipment.Prestigiosi i traguardi raggiunti nel vestire squadre come: FC Crotone, FC Bari, US Salernitana, Frosinone Calcio, Spagna Volley, Camerun Volley e Italia Hockey. Possiamo sentirci ampiamente soddisfatti dell’accordo raggiunto con un marchio Made in Italy, che ci accompagnerà nella prossima stagione sportiva.

 

Nola: 𝐒𝐒 𝐍𝐎𝐋𝐀 𝟏𝟗𝟐𝟓 comunica che il calciatore Giuseppe Cozzolino vestirà la maglia bianconera nella stagione 2020-2021. Ruolo attaccante, il calciatore classe 1985, con oltre 300 presenze nei campionati professionistici ed un bottino di circa 200 reti nella sua carriera, ha deciso accettare la proposta della società nolana. La carriera di Giuseppe Cozzolino comincia con la maglia del Giulianova nel Campionato di serie C. Nel 2005 – 2006 il grande salto in serie A dove debutta con la maglia del Lecce e realizza anche due marcature utili alla salvezza dei pugliesi. In serie A Cozzolino, la stagione successiva, veste anche la maglia del Chievo. In serie C il neo attaccante del Nola ha indossato anche le maglie di Cremonese, Como, Potenza, Andria, Pro Patria e Spal. In serie D, invece, il calciatore nato a San Gennaro Vesuviano ha indossato le maglie di Delta Porto Tolle, Altovincentino, Castelvetro, Axys Zola. Nell’ultima stagione Giuseppe Cozzolino ha militato con la formazione del Castelbaldo Masi.

 

Savoia: Un nuovo acquisto in casa Savoia, ancora nel segno della linea verde. Antonio Mosca, giovane centrocampista mancino classe 2000, infatti, è un nuovo calciatore dei Bianchi. Mosca nasce a Napoli il 27 aprile del 2000. Il calciatore cresce calcisticamente nel settore giovanile della Salernitana, prima di trasferirsi nella stagione 2017-2018 alla Nocerina con cui colleziona 6 presenze totali nel Girone I di Serie D, una di queste nei playoff promozione. L’annata successiva passa alla Sancataldese totalizzando 16 presenze. Nella stagione appena conclusa, il calciatore ha giocato con la maglia del Brindisi nel Girone H di Serie D scendendo in campo per 8 volte. Tanta emozione ma anche molta voglia di cominciare la nuova stagione, ecco le prime dichiarazioni del nuovo acquisto oplontino: “Sono contento e onorato di far parte di questa grande squadra, sono stato accolto benissimo. Mi piace molto attaccare e giocare vicino l’aria di rigore, sono mancino, e mi piace dare una mano alla squadra sacrificandomi in mezzo al campo. Come ho detto prima sono onorato di vestire questa maglia e, insieme a tutti, spero di togliermi grandi soddisfazioni”.

 

 

Si ringrazia Giuseppe D’Avino per la meravigliosa immagine che ha disegnato per questa rubrica

 

 

 

 

 

704300cookie-checkGli acquisti e le trattative del 03/08/2020 in serie D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *